Taekwondo/ Campionati italiani: D’Alessandro in campo a Riccione per l’ultima sfida della carriera

Taekwondo/ Campionati italiani: D’Alessandro in campo a Riccione per l’ultima sfida della carriera

Sono in corso di svolgimento in questo fine settimana presso il Playhall di Riccione  i Campionati Italiani di Taekwondo. A gareggiare ci sarà anche l’Irpinia rappresentata dall’Accademia del Taekwondo che è reduce dai grandi risultati della scorsa stagione e che cercherà di salire sul gradino più alto del podio. Nella giornata di ieri è stato sconfitto nella prima fase ad eliminazione Amato Cataldo nella categoria delle cinture rosse categoria 87 kg.
Domani sarà la volta del Maestro Gianluca D’Alessandro  per la categoria – 87 kg e Lorenzo Iacovelli  nella categoria – 80 kg.  Iacovelli sarà ancora una volta l’atleta da dover battere alla luce del palmares messo a segno. La scorsa stagione Lorenzo ha conquistato il titolo universitario  e si è aggiudicato la selezione nella squadra nazionale per la partecipazione ai mondiali universitari in Corea. Le sue quattro medaglie  ai campionati italiani (2 ori universitari, 1 argento under 21, 1 bronzo junior) fanno di Lorenzo uno degli atleti italiani più titolati. La speranza è che Lorenzo possa ancora una volta salire sul Podio Nazionale e confermare il suo grandissimo valore di atleta.
Il Maestro Gianluca D’Alessandro, invece, sarà in gara nel campionato italiano per dare definitivamente l’addio alle competizioni nazionali. In Italia, infatti, il limite massimo per poter partecipare alle competizioni nazionali è di 35 anni. La sua sarà senza dubbio una gara in cui proverà a dimostrare ancora una volta il sio valore di atleta. D’Alessandro può vantare in bacheca ben 6 podi nazionali ed è stato atleta della rappresentativa azzurra in occasione de test preolimpici di Londra 2011.
«Mai come in questa situazione provo una certa qual emozione. Dovrò salutare tutti i miei compagni di avventura che nel corso di questi anni, oltre ad essere i miei avversari, che mi hanno dato la possibilità di migliorare giorno dopo giorno. Lasciare la competizione è davvero qualcosa di difficile per una persona come me. Ho avuto la possibilità di poter calcare alcuni dei migliori palcoscenici del mondo e ne sono uscito a testa alta. Tutto ciò mi ha portato ad essere un maestro molto esperto ed i risultati della mia palestra lo confermano. Dico grazie a tutti,  a chi ha cercato di ostacolarmi. Le attenzioni saranno tutte per Lorenzo che saprà dimostrare tutto il suo valore. E’ uno de ragazzi che rappresenterà il futuro dell’Accademia del Taekwondo».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy