Karate Ski-i: La Palestra Karate Dojo di Grottaminarda si afferma con due finalisti: Papaleo – Lo Conte.

Karate Ski-i: La Palestra Karate Dojo di Grottaminarda si afferma con due finalisti: Papaleo – Lo Conte.

Sabato 23 e domenica 24 maggio 2015 presso il Palazzetto dello Sport di Salsomaggiore Terme, si è svolto il Campionato Nazionale di Karate tradizionale della celebre e più antica federazione internazionale, la SKI-I- Shotokan Karatedo International – Italia. A partire dalle 10.00 di Sabato, la manifestazione si è aperta con l’allenamento tenuto dal Maestro Shihan Masaru Miura Hanshi, insignito dalla Comunità Europea per il lavoro proficuamente svolto sul piano internazionale. L’evento sportivo è proseguito poi con il ritrovo di atleti e arbitri e con l’inizio gare alle ore 14.00. Gli atleti cinture nere e marrone dai 18 anni a salire si sono affrontati nelle specialità di kata e kumite. Domenica 24 la manifestazione è continuata dalle ore 8.30 con il consueto ritrovo di atleti e arbitri e con l’inizio della gara dalla categoria Speranze (fino a 9 anni), da cintura bianca a verde fino alla categoria Juniores (da 14 a 17 anni), da cintura bianca a nera. Le discipline riguardavano il kata fino a 14 anni e il kata e kumite da 14 a 17 anni. In una manifestazione cosi prestigiosa e con un numero di partecipanti decisamente nutrito, la selezione si è disputata su otto tatami, al giudizio di quaranta arbitri. La Palestra Karate Dojo di Grottaminarda dei Maestri Dino e Gerardino Cappuccio ha partecipato all’evento nazionale, il più prestigioso tra quelli organizzati dalla Federazione, con otto atleti, tra i quali si sono distinti due finalisti. Ottime prestazioni nelle specialità di kata e kumite per Gerardino Cappuccio, cintura nera (categoria 18-40), per Marco Colella, cintura nera (categoria 18-40), per Vito Clemente, cintura nera (categoria 18-40), per Antonio Guarino, cintura nera (categoria 18-40), per Michele Nisco, cintura marrone (categoria juniores 14-17 anni) e per Lo Conte Angelo, cintura verde (categoria Speranze, fino a 13 anni). Di particolare menzione le prestazioni e i piazzamenti di Gregorio Carmine Papaleo, cintura marrone (categoria juniores anni 14-17), che dopo le eliminatorie e diversi incontri consegue due quarti posti e approda alla fase finale della gara nella specialità sia di kata che di kumite. Anche Francesco Lo Conte, cintura verde (categoria Speranze da 10 a 13 anni), dopo le eliminatorie conquista il quarto posto e approda alla fase finale nella specialità di kata.

Grande soddisfazione del team di atleti, ma soprattutto dei due instancabili maestri Cappuccio, che si dedicano quotidianamente con precisione e puntualità alla gestione delle attività agonistiche e allo svolgimento dei programmi in vista degli esami finali. Grazie al loro impegno i giovani atleti irpini sono arrivati all’esperienza di un Campionato Nazionale Federale. L’anno sportivo continua in Belgio agli inizi di luglio con uno stage internazionale e con un altro stage a Igea Marina a metà dello stesso mese, organizzati sempre dalla stessa Federazione. Tenere il passo è un impegno notevole, ma un lavoro ben dettagliato, grazie agli obiettivi raggiunti, gratifica e restituisce l’impegno speso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy