New Sporting Inn: incetta di medaglie al 10° Trofeo Master Balnaea

New Sporting Inn: incetta di medaglie al 10° Trofeo Master Balnaea

La squadra ufitana gran protagonista con tre primi posti

Grandiosa l’affermazione della Società New Sporting In del complesso Incontro di Ariano Irpino al 10° Trofeo Master Balnaea sport & wellness la scorsa domenica 13 marzo 2016, sotto la sigla della più nota federazione italiana di nuoto e non si ferma  la sua scalata. Cornice spettacolare per una manifestazione longeva, che coinvolge in Campania da dieci anni almeno quarantotto società sportive per un numero complessivo di quasi seicento atleti. Il richiamo per l’evento sportivo regionale è stato formidabile.
In questo contesto caratterizzato da un livello tecnico decisamente elevato la Società del Tricolle ha conseguito sei podi con quattro atleti: Primo posto per Gregorio Carmine Papaleo, cat under 20, nella complessa gara dei 100 mt misti e secondo posto nei 50 mt.dorso; primo posto per Giulia Andreottola, cat under 20, sia nella difficile gara dei 100 mt misti che in quella dei 50 mt dorso; secondo posto per Giovanna Ciccarelli, cat under 20, nei 50 mt dorso; terzo posto per Simona Precone, categoria under 20, nei 50 mt dorso.
Il giovanissimo tecnico Mario Altavilla, che segue la squadra da anni, è pienamente soddisfatto per i risultati ottenuti, considerando il numero nutrito di partecipanti, l’importanza dell’evento sportivo e il livello tecnico degli sportivi in gara appartenenti alle più note società di nuoto campane.
La fatica degli allenamenti dettagliati e mirati è ben ripagata da traguardi ottenuti dopo anni di lavoro, programmi precisi e dalla formazione di atleti determinati sempre in empatia con gli insegnamenti del tecnico. Il nuoto agonistico non lascia spazio al sostegno del gruppo; come tutti gli sport individuali premia o punisce, avendo come metro di valutazione il solo spietato cronometro del giudice di gara. Mesi di allenamento sono dedicati al recupero di qualche secondo. La fatica e la carica emotiva sono gli unici mezzi. La motivazione deve essere forte. Da solo nella corsia l’atleta per ore pianifica velocità e obiettivo da raggiungere. Ancora una volta le capacità e la tecnica degli atleti, ben dirette dalla maestria, dal rigore e dalla determinazione di Mario Altavilla hanno garantito il successo della squadra.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy