Sidigas, nel mirino la Vanoli Cremona del neo coach irpino Lepore

Sidigas, nel mirino la Vanoli Cremona del neo coach irpino Lepore

Ragland e compagni lavorano per ritornare alla vittoria in regular season

Commenta per primo!

Dopo le due sconfitte consecutive rimediate contro la Red October Cantù e Strasburgo, torna sul parquet la Sidigas Avellino che domani, alle ore 18.15, affronterà il terzo match lontano dal PalaDelMauro.

Avversaria di turno la Vanoli Cremona del neo coach Lepore, ex assistente del santone Cesare Pancotto, esonerato per i risultati negativi che hanno relegato il team lombardo all’ultimo posto in classifica.

Fatale per il coach marchigiano la brutta sconfitta rimediata nel derby contro Brescia nell’ultima giornata, con uno scarto di 29 punti mal digerito dalla dirigenza e dall’ambiente.

I biancoblu faticano a trovare la giusta alchimia e sono già corsi ai ripari in sede di mercato, risolvendo il contratto con l’ex ala biancoverde Omar Thomas e ingaggiando l’esperta ala piccola Harris, giocatore fisico e di talento e il play-guardia italoamericano Matt Carlino, buon tiratore dai 6,75.

Stagione in chiaroscuro per il leader della Vanoli Turner. L’ala del Missouri non sta ripetendo le splendide prestazioni che lo hanno visto protagonista lo scorso anno, mal coadiuvato dai nuovi compagni a stelle e strisce TaShawn Thomas, atletica ala grande e Holloway, esterno fromboliere finora poco costante, anche se con medie offensive di tutto rispetto (17.2 punti a partita).

Giovane e trainante il pacchetto italiani che vede in prima fila l’ex Sidigas Biligha, 11.1 punti e 6.2 rimbalzi di media, i talentuosi esterni Mian e Amato, i grintosi lunghi Gaspardo e Wojciechowski e le promesse Boccasavia e Jovanovic.

Match sicuramente alla portata per una Sidigas che vive un momento non brillantissimo dal punto di vista tecnico, con alcune certezze che stanno venendo meno e alcune criticità che il percorso in Coppa sta facendo emergere molto più velocemente.

Al PalaRadi l’occasione per ritornare alla vittoria e aprire un nuovo ciclo di successi con l’obiettivo di terminare al meglio il girone di andata è ghiotta. Sottovalutare il match, però, sarebbe un grave errore per Ragland e compagni, che dovranno approfittare di una Vanoli in piena crisi, ma desiderosa di riscatto e di punti salvezza da costruire principalmente tra le mura amiche.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy