Five Soccer Sandro Abate promosso in C2, Abate: “Una vittoria che mi ha fatto sentire più avellinese del solito. Questo è solo l’inizio”

Five Soccer Sandro Abate promosso in C2, Abate: “Una vittoria che mi ha fatto sentire più avellinese del solito. Questo è solo l’inizio”

L’obiettivo era raggiungere la promozione in due anni e la compagine irpina ci è riuscita al primo colpo attraverso la lotteria dei play-off

Solo uno Sporting Futsal Limatola da record aveva impedito la promozione diretta al Five Soccer Sandro Abate che è dovuto passare per le sfide play-off e centrare l’obiettivo promozione. Dopo il Calvi l’ostacolo si chiamava Libertas Cerreto, squadra che ha chiuso la stagione regolare con un solo punto di distanza dalla compagine irpina e che ha dato tutto nella finale promozione. A parlare del match il capitano Massimo Abate che svela: “E’ stata una partita all’ultimo sangue, una squadra giovane che ci ha dato filo da torcere. Abbiamo fatto valere la nostra esperienza e abbiamo avuto sangue freddo sul 2 a 1 a loro favore riuscendo a ribaltare il risultato e trionfando in crescendo“. Un campionato che è iniziato con l’obiettivo di fare bene come spiega capitan Abate: “Ho ripreso a giocare a calcio a 5 dopo aver lasciato la serie B e all’inizio di questa avventura, con il presidente Emiliano Marzullo, Alessandro Guarino, il direttore generale Enzo Lamparelli, il direttore sportivo Melillo e mister Vinicio Comella, avevamo messo in preventivo di raggiungere la promozione in C2 nel giro di due anni. Ci siamo riusciti al primo colpo. Anche se è stato difficile tener teste al Limatola dei record che ha realizzato 22 vittorie su 22 partite, abbiamo affrontato questi play-off con la giusta determinazione per raggiungere il nostr obiettivo“.

Una provincia che nel Palazzetto di Pratola Serra ha fatto sentire la voce di un popolo legato a questo sport che è alla ricerca di nuovi protagonisti: “Ieri è stato bellissimo, in campo per sessanta minuti mi sono sentito ancora più avellinese del solito perchè c’erano oltre trecento persone a sostenerci e spingere tutti noi verso una vittoria voluta profondamente“.

Massimo Abate conclude parlando anche del futuro e di quello che verrà aprendo a scenari interessanti per il calcio a 5 di un’intera provincia: “Ora siamo ancora nel pieno dei festeggiamenti ma per il futuro abbiamo diversi obiettivi: speriamo di aggregare quanti più giovani è possibile, vogliamo costruire in concertazione con il Comune di Mercogliano un palazzetto dello sport dove far nascere un settore giovanile, dai primi calci fino alla juniores e all’under 21 per dare anche alla nostra provincia una disciplina alternativa al calcio. Possiamo dire che questo è solo l’inizio, siamo partiti per fare strada nel calcio a 5 regionale e perchè no, anche nazionale“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy