Terza Categoria – Entusiasmo e programmazione: il Ponteromito può sognare

Terza Categoria – Entusiasmo e programmazione: il Ponteromito può sognare

Entusiasmo e programmazione: il Ponteromito può sognare

di Domenico Abbondandolo, @domenicoabb

Grande entusiasmo e idee chiare in casa Asd Ponteromito in vista dell’imminente inizio della nuova stagione sportiva, che vedrà la squadra impegnata nel campionato di Terza Categoria. La società giallonera, al secondo campionato della sua storia, è pronta a ripartire convinta e decisa con un progetto decisamente interessante e che va ben al di là del solo aspetto sportivo. È questa infatti la volontà comune dei tre presidenti Carmine Pastore, Adriano Celli e Salvatore Cilio, che vedono nel calcio un collante sociale importante per i giovani del luogo che sul rettangolo verde possono crescere e maturare facendo gruppo e divertendosi.

All’idea di valorizzare questo aspetto, i tre numeri uno hanno deciso di affiancare l’intenzione di migliorare anche i risultati. Per farlo si sono affidati a Francesco Bicchetti, direttore sportivo giovane ma già con un trascorso decennale agli ordini del Nusco ’75 e con una esperienza positiva da collaboratore del Sorrento Calcio in occasione del ritiro estivo dei rossoneri proprio in quel di Nusco. Per soddisfare il desiderio di crescita della società, Bicchetti si è adoperato sul mercato portando in giallonero diversi rinforzi capaci di innalzare il tasso tecnico e qualitativo della rosa a disposizione del tecnico Gianpietro Celli, confermato in panchina dopo l’esperienza maturata nella scorsa stagione. Alla base dello scorso anno si sono così aggiunti i difensori Cavallo, A. Di Dio e Pasquale, i centrocampisti R. Di Dio, De Simone e Ziviello e, soprattutto, l’attaccante Sessa, vero e proprio gioiello della squadra.

I rinforzi non hanno fatto altro che rendere frizzante l’aria nella piccola frazione irpina. Fare meglio della scorsa stagione è l’obiettivo primario, ma il Ponteromito spera di poter centrare addirittura i playoff per quello che sarebbe un traguardo davvero pregevole per una piazza così piccola e con una tradizione calcistica ancora tutta da costruire. Programmazione ed entusiasmo non mancano. Ora la parola passa al campo, dove a partire dalle prossime settimane gli uomini di Celli saranno chiamati a confermare le buone cose fatte vedere nel precampionato.

8C6C7EC5-068B-4091-A06F-E8ABA9B98D12

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy