A.c. Salza Irpina, Preziosi: “Una stagione perfetta, abbiamo dimostrato che non conta il blasone ma…”

A.c. Salza Irpina, Preziosi: “Una stagione perfetta, abbiamo dimostrato che non conta il blasone ma…”

Il tecnico sette mesi fa aveva posto un solo obiettivo a questa stagione: la promozione

Aveva posto un solo obiettivo per questa stagione: la promozione in prima categoria e sette mesi dopo le aspettative non sono state deluse. Mister Annito Preziosi e l’A.c. Salza Irpina dopo la cocente delusione dello scorso anno con la promozione sfumata a 10 minuti dal termine della stagione, hanno dominato in lungo e in largo il girone E di seconda categoria. Il tecnico, alla direzione del Salza per il secondo anno consecutivo dopo aver guidato da calciatore il centrocampo della squadra del presidente Sarno, ci parla della cavalcata che ha portato i giallo-bianco-blu in prima categoria: “E’ stata una soddisfazione personale e soprattutto un riscatto in riferimento alla sconfitta dello scorso anno che ritenevo davvero ingiusta. La soddisfazione non riguarda solo l’obiettivo ma il modo in cui è stato raggiunto, con una sola sconfitta arrivata soltanto per un calo di concetrazione, quando la vittoria finale era a portata di mano“.

Il tecnico si sofferma anche sull’unico neo di questa stagione dal quale però è arrivata una consapevolezza importante: “Una stagione perfetta in quasi tutti gli aspetti con un solo neo, la sconfitta in Coppa Campania che non ci ha consentito di giocare la semifinale della competizione. Abbiamo dovuto lasciare il passo al quotato San Gennarello che poi ha vinto il torneo. Questa sfida però ci ha dato nuova consapevolezza nei nostri mezzi, facendoci capire di aver giocato alla pari con la squadra più forte dell’intero torneo regionale e solo un gol a tempo praticamente scaduto, non ci ha consentito di continuare anche in questa competizione“.

Non si può parlare di obiettivi della prossima stagione ma mister Preziosi ha le idee molto chiare: “Siamo ancora festeggiando questa vittoria che il Salza aspettava da molto e la prossima settimana ci sarà il primo incontro con la dirigenza e gettare le basi per la prossima stagione. Gli obiettivi che pianificheremo insieme durante questi incontri determineranno il da farsi. Al momento con la rosa attuale credo che si possa puntare ad una salvezza in prima categoria, ci confronteremo per capire se è questo quello che vogliamo per la prossima stagione. L’importante è essere chiari sugli obiettivi e sulla possibilità di raggiungerli“.

In riferimento a questo e all’organico per la prossima stagione a disposizione di mister Preziosi ci potrebbero essere diversi giocatori pronti ad appendere le scarpette al chiodo, facendo abbassare il potenziale della squadra del presidente Sarno. Il tecnico sottolinea che: “Da ex calciatore in queste categorie bisogna capire che ci sono esigenze lavorative e familiari che compromettono molto l’impegno continuo per una causa. Qualcuno che ha raggiunto un obiettivo importante come la vittoria di un campionato potrebbe anche pensare di lasciare però credo che poi questi discorsi possono rientrare in vista di una nuova pianificazione stagionale con la società. Non sono certo al 100% di essere io il tecnico del Salza la prossima stagione ma sarei il primo a cercare di chiarire con ogni singolo per capire se c’è la possibilità di lottare insieme per un altro campionato con questa maglia“.

Salza Irpina è tra i paesi più piccoli della provincia irpina ma nel calcio questo non conta quando c’è un progetto alle spalle. Il presidente Carmine Sarno con l’aiuto del vicepresidente Gerardo Luciano e degli altri dirigenti hanno creato una società solida che il tecnico vuole ringraziare aggiungendo che: “Sono convinto di continuare questa avventura con i giusti presupposti. Qui ci sono dei progetti come quello di far crescere giovani e far divertire un gruppo anche oltre il campo di calcio. Per me è molto importante credere nel valore umano delle persone. Non è importante il blasone di una squadra ma sono importanti i valori delle persone che compongono ogni realtà. A Salza ho trovato tutto questo e anche da giocatore ho preferito scegliere questa realtà a dispetto di altre piazze di categoria superiore che mi avevano offerto altro. In riferimento a questo colgo l’occasione per ringraziare tutta la società ed in particolare il presidente Sarno e il vicepresidente Luciano che hanno avuto la volontà di affidarmi la squadra. Mi sento di ringraziare inoltre tutta la comunità salzese e chiunque abbia offerto la propria disponibilità alla squadra. Tutti coloro che sono stati vicini a questa realtà hanno contribuito come chi è sceso ogni settimana in campo a realizzare questo sogno. Un sogno senza i quali non si sarebbe mai potuto realizzare“.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy