Petrolio e diamanti: il Bari sogna con Ahmat. E spunta un incontro con Lotito nel 2015

Petrolio e diamanti: il Bari sogna con Ahmat. E spunta un incontro con Lotito nel 2015

Cinquantasette anni, imprenditore molto vicino al Governo della Malesia, è attivo imprenditorialmente su diversi fronti. Dal commercio del petrolio a quello dei diamanti, sino ai trasporti e alle infrastrutture. Molto attivo sul fronte asiatico, i suoi affari sono in espansione anche in Europa e in Africa. Sabato assisterà a Bari-Como

“Portaci in serie A”. In 300 lo hanno accolto all’aeroporto Bari-Palese. Lui è Datò Noordin Ahmad, imprenditore malese, da ieri nuovo socio di maggioranza del Bari. Al suo fianco Gianluca Paparesta. Sciarpa al collo, Ahmad ha dispensato sorrisi per tutti. E al coro “Dato uno di noi” ha risposto con un inchino e con qualche parola in adattato italiano. “Forza Bari forever, sono molto sorpreso di questa accoglienza. Faremo bene, porteremo il Bari in serie A”. Accompagnato dall’avvocato e consulente Grazia Iannarelli ha dato appuntamento a tutti alla conferenza stampa di quest’oggi, dove incontrerà anche il sindaco Antonio Decaro. Datò Norrdin Ahmad ha firmato venerdì un preliminare per l’acquisto del 50% delle quote del Bari e sabato assisterà al San Nicola alla sua prima partita da nuovo patron contro il Como.

Chi è Datò Noordin Ahmat

Cinquantasette anni, imprenditore molto vicino al Governo della Malesia, è attivo imprenditorialmente su diversi fronti. Dal commercio del petrolio a quello dei diamanti, sino ai trasporti e alle infrastrutture. Molto attivo sul fronte asiatico, i suoi affari sono in espansione anche in Europa e in Africa. A fine del 2015 è durante una visita a Formello, ospite del presidente Lotito. E’ lì che molto probabilmente il patron della Lazio gli ha offerto la possibilità di avvicinarsi al calcio. La trattativa è stata chiuso velocemente. Il Bari, adesso, può sognare in grande

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy