Audax Cervinara – Joe Ricci: “Abbiamo realizzato un sogno, ma il progetto continua”

Audax Cervinara – Joe Ricci: “Abbiamo realizzato un sogno, ma il progetto continua”

A tu per tu con il presidente del Cervinara, Joe Ricci, dopo la storica vittoria della Coppa Campania di Eccellenza.

di Leo Pecorelli, @pecorelli_leo

Steso il Giugliano, per tre a uno, sotto la pioggia del “Pinto” di Caserta. Finale vinta, coppa alzata al cielo. Il sogno continua. Quel sogno iniziato undici anni fa, partito dalla polvere della prima categoria, arrivato a coltivare l’ambizione della serie D. L’Audax Cervinara c’è, è ormai una realtà, un orgoglio per la propria terra. E ieri l’ha dimostrato. E nel bel mezzo di un campionato disputato finora da protagonista, a pari meriti con l’Agropoli, è arrivata anche la coppa. E Joe Ricci, in un’intervista a SportAvellino, non ha trattenuto l’emozione, parlando della finale di ieri e di quel valido progetto in piedi da qualche anno: “Ora stiamo iniziando a realizzare. Ieri era incredibilità, stupore, meraviglia. E’ stato fatto qualcosa di grandioso. Un sogno che si è realizzato, che inseguivamo da vari anni, e che ora è già diventato storia per noi. Sono tre anni che cerchiamo di raggiungere qualcosa di importante. Siamo partiti con l’obiettivo di vincere, credendoci dall’inizio. Ma si sa, vincere è sempre difficile. I tifosi? Non ho parole per loro. Sono da sempre il nostro dodicesimo uomo in campo. Ieri sono stati favolosi. Con quella pioggia, a Caserta, mai avrei pensato di vedere tutti quei tifosi al seguito incitarci fino alla fine. Un vero e proprio atto d’amore, che non si può nemmeno spiegare.

E sul progetto che avanza, anno dopo anno: “Presi questa squadra undici anni fa, eravamo in prima categoria. Il segreto di questa crescita? Creare un gruppo di uomini prima e calciatori poi, di ragazzi legati alla nostra realtà, al paese, alla maglia. Gruppo che con il tempo si è ampliato, avendo inserito elementi funzionali alla nostra mentalità: ragazzi umili, motivati, che lottano, ci credono e si vogliono bene fra di loro. Credo che questo sia la base di tutto. Se dovessimo avanzare, ci sarebbero tutti i presupposti per continuare a fare bene. Il progetto è solito, e il gruppo di soci sta crescendo.”

Coppa acquisita, ma ora inizia il bello… :”Certamente non ci fermiamo qui. Il nostro vero obiettivo resta il campionato, ancora più importante della coppa. Sappiamo che è dura, ma sappiamo di essere una buona squadra, con una buona società e con un ottimo allenatore. L’abbiamo dimostrato anche ieri, contro la favorita, a detta di tutti, per la vittoria della coppa. Per la testa del campionato ce la giochiamo con l’Agropoli, anch’essa squadra importante. Ma noi non abbiamo paura di nessuno e non ci tireremo indietro. Riguardo al proseguimento della coppa, ora sarà nazionale. Dunque, non sarà semplicissimo. Noi, però, ce la giocheremo comunque con tutti, onorando la competizione.”

E se, per assurdo, il Cervinara dovesse incontrare l’anno prossimo l’Avellino, il patron Ricci non si nasconde: “Sarebbe un onore, più che altro un sogno fino a poco tempo fa impensabile. Lì, però, sarebbe un problema, perché la maggior parte dei cervinaresi tifano per l’Avellino. Scherzi a parte, sarebbe incredibile disputare un derby con l’Avellino, ma non credo sia giusto e soprattutto realizzabile. I lupi meritano palcoscenici superiori e spero ci ritorneranno presto. “

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy