Avellino calcio – Battisti(ds Aprilia): “Io di origini irpine, allenato da Adriano Lombardi. Girone difficile”

Avellino calcio – Battisti(ds Aprilia): “Io di origini irpine, allenato da Adriano Lombardi. Girone difficile”

di Leo Pecorelli, @pecorelli_leo

Ex calciatore, direttore sportivo navigato, remote origini irpine e quella sfida, contro i lupi, che ha un sapore speciale. Alessandro Battisti si racconta. Avellino-Aprilia sarà fondamentale per entrambe le compagini, e in occasione della gara, il ds ha fatto il punto del club laziale: “Si respira un’aria particolare tra di noi. Affrontiamo una partita importante, contro un avversario forte, blasonato. Queste sono gare che si preparano da sole. Noi abbiamo calciatori esperti, che sanno cosa vorrà dire affrontare i lupi. Ma stiamo preparando la gara come sempre, con la solita serenità. Un bilancio finora? Sicuramente non positivo. Per noi è stato un campionato un po’ deludente, ci aspettavamo ben altro. Nel calcio ci sono stagioni particolari, dove i valori sulla carta spesso non rispecchiano la realtà. Abbiamo avuto problemi, una miriade di infortuni ed assenze che hanno influito negativamente. Ma non ci disperiamo. Abbiamo iniziato un progetto dettato dall’ambizione e dalla solidità della nostra proprietà. Cerchiamo di essere lungimiranti, abbiamo strutture che non si vedono neanche in categorie superiori. Speravamo di ottenere risultati subito, ma il calcio è così. E poi posso dire che questo girone, che io conosco bene, ancor di più rispetto agli altri anni, è davvero difficile. A mio avviso il più complicato di tutti”.

E sul Lanusei: “Tutti parlano di un Lanusei che sicuramente crollerà. Per me doveva crollare da qualche mese, per pensare che non sia più la favorita, ma è ancora lì. Inutile nascondersi, per me è quella più favorita per la vittoria finale. E’ vero che sette punti non sono un abisso, ma non hanno mostrato particolari cali. Un plauso, senza dubbio, va a loro, nella formazione della rosa e nella coesione del gruppo. E poi non dimentichiamo che hanno un allenatore che ha disputato due finali playoff negli ultimi due anni”.

Mentre, sull’Avellino: “L’Avellino, come noi, ha mostrato di avere difficoltà, soprattutto nella prima parte della stagione. Ripeto, questo è un girone particolare. La serie D già di per sé è complicata, e non sempre vince il più forte. Poi, essere una compagine blasonata, non sempre aiuta. Io, per esempio, sono stato a Nocera e all’Aquila, dove eravamo i favoriti ma non abbiamo vinto. Mentre, a Chieti, non immaginando di vincere il campionato, alla fine riuscimmo nell’impresa”.

Mentre sulla gara dell’andata, vinta dall’Aprilia per due a uno: “Ricordo una bella partita, combattuta, ma a mio avviso vinta meritatamente. Fummo bravi a mantenere lucidità e compattezza dopo aver sbagliato il rigore e dopo aver subito gol. Secondo me, e lo dico sinceramente, queste sono le due squadre più forti del campionato, sulla carta”.

E, infine, sul match del Partenio-Lombardi, Battisti conclude: “Sarà una partita particolare. Io la sentirò emotivamente. Mia nonna, anche se non l’ho mai conosciuta, era di Grottaminarda. E inoltre, quando ero a Benevento, fui allenato dal grande Adriano Lombardi. Insomma, ad Avellino ho giocato tantissime volte. E sicuramente i nostri ragazzi più giovani proveranno una certa emozione. Ma noi abbiamo calciatori esperti che sapranno come comportarsi. Dobbiamo raggiungere i playoff. E’ un obiettivo nettamente alla nostra portata”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy