Avellino Calcio – Sevieri (Atletico): “Rincontrerò Bucaro. Ad Avellino a viso aperto”

Avellino Calcio – Sevieri (Atletico): “Rincontrerò Bucaro. Ad Avellino a viso aperto”

A tu per tu con Francesco Sevieri, centrocampista e capitano dell’Atletico, prossimo avversario dei lupi. Ecco la nostra intervista, in vista del match di domenica.

di Leo Pecorelli, @pecorelli_leo

La corsa al primo posto, salvo poche probabilità, sembra ormai andata. L’Avellino, però, ha il compito di ritornare ad acquisire punti per la corsa play-off. E dovrà farlo da domenica prossima, quando al Partenio-Lombardi andrà in scena il match tra i biancoverdi e l’Atletico. E il perno del centrocampo degli ospiti, capitan Federico Sevieri, ha rilasciato un’intervista in esclusiva a SportAvellino, facendo il punto della situazione sulla compagine laziale e parlando della prossima gara. “Abbiamo reso, finora, al di sotto delle aspettative” ha dichiarato Sevieri, per poi proseguire: “La vittoria contro l’Anagni è stata fondamentale, ci ha ridato entusiasmo dopo un ultimo periodo non del tutto positivo. Tre punti in un mese non sono il massimo, ma siamo consapevoli delle nostre potenzialità, e sappiamo di essere una buona rosa. Insomma, possiamo dare di più. Ovviamente il nostro obiettivo continua ad essere quello dei play-off, possiamo raggiungerli.”

L’Atletico fu la prima squadra a battere i biancoverdi in campionato: “Certamente il ricordo di quella gara è positivo per noi. Meno positivo, purtroppo, per voi. Quella domenica c’era una grande cornice di pubblico, allo stadio. Noi non siamo abituati. I tifosi dell’Avellino sono stati eccezionali. Diciamo che oggi ci troviamo sotto l’Avellino, e quindi non siamo non del tutto soddisfatti. Cercheremo quindi di giocarcela a viso aperto ad Avellino.”

E sulla partita: “Innanzitutto avrò occasione di rincontrare Bucaro, mio ex allenatore al Savoia, di cui conservo un ricordo squisito, e anche dei tifosi. Purtroppo, poi, la squadra è fallita. Tuttavia mi aspetto un Avellino aggressivo , gagliardo, che venderà cara la pelle e che in casa, spinto dal suo pubblico, cercherà di vincere la partita. Sarà una partita dura, difficile da affrontare, ogni calciatore dell’Avellino ad ogni minimo errore ti punisce. Ma noi ce la giocheremo. In campo ci saranno due ottime formazioni, e credo che ne beneficerà lo spettacolo. Noi stiamo preparando la gara come sempre, con la stessa intensità di ogni settimana. E’ vero che sarà una sfida particolare, ma è pur sempre una sfida da tre punti come le altre.”

E sul girone G, Sevieri prosegue: “E’un campionato difficile, estremamente equilibrato. Tranne la sorpresa Lanusei, che sta meritando quanto ottenuto finora, è impossibile fare pronostici. Ci sono varie compagini attrezzate, grazie anche al lavoro di DS e allenatori che, anche se poco pubblicizzati, danno il massimo. Le difficoltà dell’Avellino? Non mi permetto di giudicare, non conoscendo nulla. Dico solo che le difficoltà maggiori in queste categorie sono dovute agli under, soprattutto per chi non li ha mai avuti. Alcuni ragazzi spesso non sono pronti a giocare determinate partite.”

E il centrocampista laziale, poi, conclude affermando: “Sarà senza dubbio un’ emozione giocare al Partenio-Lombardi. C’è una differenza abissale con il nostro piccolo stadio. Io un po’ di Lega Pro l’ho fatta, ma credo sarà una vetrina importante e soprattutto un’emozioni per i nostri calciatori più giovani. E’ anche un palcoscenico in cui sarà necessario non farsela addosso, per usare un eufemismo. Sarà sicuramente compito di noi più grandi farli uscire dalle giustificate difficoltà di quella partita, con cattiveria e motivazioni. Noi siamo pronti.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy