Avellino – Cesena 1-1, Cacia agguanta i lupi nel finale

Avellino – Cesena 1-1, Cacia agguanta i lupi nel finale

L’Avellino in vantaggio nei minuti finali con Moretti non resiste nel recupero facendosi infilare da Daniele Cacia, bestia nera dell’Avellino.

di Redazione Sport Avellino

Incredibile al Partenio Lombardi l’Avellino si fa agguantare al 51° minuto da un deludente Cesena. Dopo il rigore calciato da Moretti, al primo goal in stagione, che sembrava aver consegnato la vittoria tanto meritata, dopo pochi minuti da calcio d’angolo arriva il pareggio dei romagnoli. Cacia mal contenuto da Morero insacca i lupi e ritorna al goal gelando gli spalti del Partenio Lombardi.

L’avvio di primo tempo sembra dei migliori, infatti nei primi due minuti di gioco l’Avellino sembra aver ingranato la marcia giusta, entrando pericolosamente in area di rigore. Fino al 30° l’Avellino ha attaccato impostando il gioco e mettendo in difficolta la squadra di Castori, da sottolineare il palo di Matteo Ardemagni su un ottimo cross di Rizzato, che porta l’attaccante irpino a concludere di sinistro. Il primo tempo si conclude con qualche accenno in attacco del Cesena che non impensierisce l’Avellino di Novellino. Da denotare nel primo tempo i cartellini gialli per Salvatore Molina dell’Avellino e Vita del Cesena.

L’esordio di Wilmots nel centrocampo irpino si può considerare dei migliori, facendosi trovare nella prima parte di gara sempre pronto a far circolare la palla nei migliori dei modi, ottime aperture sulle fasce, che delineano un ottima visione di gioco del giovane belga, che dovrà ancora dimostrare molto ai proprio neo tifosi.

Il secondo tempo sembra iniziare sulla falsa riga del primo, un ottimo Avellino spinto in avanti, che però ha difficoltà a costruire il gioco in avanti. La squadra inizia a stancarsi, e Novellino cerca di mantenere il centrocampo sostituendo Wilmots con Moretti  al 60° cercando di apportare un po di tatticismo in più nel centrocampo irpino. Il Castori intanto sostituisce un appannato Moncini per la bestia nera dell’Avellino, Daniele Cacia, Fedele viene sostituito da Cascione, con questo cambio il tecnico della squadra romagnola cerca di rinforzare il centrocampo in netta difficoltà, al 75° Laribi per Kupisz, per dare dinamicità alle fasce.

Negli ultimi minuti Falasco viene atterrato in area di rigore dall’ex Donkor e Ghersini non può altro che indicare il dischetto del rigore; Moretti dal dischetto non sbaglia e supera l’estremo difensore romagnolo Fulignati. La gioia però dura poco, l’ultima azione avviene al 51° del secondo tempo da calcio d’angolo, il Cesena calcia il pallone dritto nell’area di rigore, Esposito devia la palla sul secondo palo e il fresco Cacia supera un Morero incatenato insaccando la palla alle spalle di Radu. Purtroppo questa distrazione costa cara all’Avellino calcio, che non riesce a vincere quest’oggi sprecando numerose occasioni da goal.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy