CALCIOSCOMMESSE: Deferito anche l’ex Presidente della Reggina Foti

CALCIOSCOMMESSE: Deferito anche l’ex Presidente della Reggina Foti

Non solo l’Avellino e i suoi ex tesserati nel processo calcioscommesse

Tra i deferimenti da parte del TFN, sul caso di calcioscommesse, risulta anche quello a carico dell’ex presidente della Reggina all’epoca dei fatti, Pasquale Foti e di Giuseppe Ranieri, ex Vicepresidente della società calabrese.

Nonostante tutto il TFN rinvia la trattazione del deferimento a nuovo ruolo, accogliendo l’istanza di posticipare l’udienza,dell’ex presidente della Reggina, per problemi di salute del deferito.

Cos’è l’ art. 34 bis, comma 5 CGS?

Tratta dei termini di estinzione del giudizio disciplinare e termini di durata degli altri giudizi,  il quinto comma in questione dice:

  1. Il corso dei termini di estinzione è sospeso nelle ipotesi previste dal Codice della giustizia sportiva del CONI, fatta salva la facoltà del Collegio giudicante di disporre la prosecuzione del procedimento disciplinare.

DEFERIMENTO DEL PROCURATORE FEDERALE A CARICO DI: PASQUALE FOTI (Presidente del consiglio di amministrazione della Società Reggina Calcio Spa dal 20.9.2014 al 20.8.2015, nonché socio di riferimento della Società stessa fino alla data di fallimento), GIUSEPPE RANIERI (Amministratore Unico della Società Reggina Calcio Spa dal 5.11.2013 al 19.9.2014 e dal 21.8.2015 al 22.4.2016, nonché vice Presidente del consiglio di amministrazione della stessa Società dal 20.9.2014 al 20.8.2015) – (nota n. 6885/1347 pf 15-16 GP/GT/ag del 3.1.2017).

Il Tribunale Federale Nazionale, Sezione Disciplinare,
vista l’istanza di differimento dell’odierna riunione presentata dalla difesa Sig. Foti, motivata da problemi di salute del deferito;
vista la non opposizione della Procura Federale.
Rinvia la trattazione del deferimento a nuovo ruolo, disponendo la sospensione dei termini ex art. 34 bis, comma 5 CGS.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy