Castaldo: “C’è una sola medicina per uscire da questo momento, il lavoro. Forma fisica e cattiveria non c’entrano”

Castaldo: “C’è una sola medicina per uscire da questo momento, il lavoro. Forma fisica e cattiveria non c’entrano”

Castaldo parla del prossimo futuro e della squadra che non riesce a sbloccarsi ormai da due turni

Momento difficile per i lupi dopo la doppia sconfitta contro Brescia e Spezia. Tocca a Gigi Castaldo analizzare questo momento nella conferenza stampa di inizio settimana. Il bomber biancoverde parla del momento complicato e dello spirito che il lupo deve mettere in campo: “Da momenti come questi si esce solo con il lavoro, questa è l’unica medicina che conosciamo e dobbiamo lavorare tutta la settimana per tornare da Ascoli con un risultato positivo“.

Sotto accusa è finito lo stato fisico dei giocatori e la poca cattiveria spesso mancata secondo molti: “Non sono d’accordo che fisicamente non ci siamo, con lo Spezia abbiamo creato le nostre occasioni  e non dobbiamo dimenticare che giochi contro una squadra che ha più qualità e appena può ti punisce.  Ci abbiamo provato fino alla fine e siamo stati anche sfortunati. Non vedo una squadra giù fisicamente e abbiamo messo lo Spezia per lunghi tratti alle corde costretti nella loro area di rigore. Hanno sofferto ma purtroppo il risultato ha detto altro e di questo siamo rammaricati. Sulla cattiveria da mettere in campo credo che ci mettiamo sempre tutto. Questa squadra era cattiva quando abbiamo fatto sei vittorie. Inutile fare paragoni con il passato, quest’anno c’è un’altra squadra, un modulo diverso ed è cambiato anche il modo di affrontare il match ma la cattiveria la mettiamo lo stesso e quando sono arrivate le sei vittorie credo che il problema non c’era. Dipende anche come va e al momento non gira bene“.

Castaldo parla anche del suo stato di forma e dei problemi che lo tormentano e poi chiude anche su una battuta riguardo all’ex compagno Trotta: “Non sono al cento per cento ho avuto dei problemi e devo cercare di dare un apporto importante alla squadra. Ora dobbiamo essere più uniti che mai e cercare di dare tutti di più. Trotta?  Ha colto un’occasione importante e gli auguro il meglio, più che lui al mio fianco vorrei stare al meglio fisicamente“.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy