D’Angelo: “I fischi devono rimbombare nella nostra mente. Ora lavoriamo per rialzarci”

D’Angelo: “I fischi devono rimbombare nella nostra mente. Ora lavoriamo per rialzarci”

Il capitano biancoverde in sala stampa parla della sconfitta contro la Ternana

Un capitan D’Angelo a pezzi in conferenza stampa che cerca di dare una spiegazione all’involuzione di una squadra che aveva dominato il primo tempo ed è crollato nel secondo. Il centrocampista biancoverde parla del match appena perso: “E’ successo che ultimamente ci gira male, alla minima occasione ci fanno goal”.

Poi il capitano si concentra sulla contestazione dei tifosi e sui fischi piovuti al termine del match: “I fischi ci stanno perchè abbiamo giocato in maniera indecente nel secondo tempo. Il calcio è così: quando si vince si gioisce, quando si perde si prendono i fischi. Non tollero che quando si perde si dà la colpa per cose estranee al calcio ma questi fischi ci stanno e dovranno rimbombare nella nostra mente. Torniamo a casa con un grande dispiacere e l’unica medicina per rialzarci è il lavoro.  Chiedo unione a tutti. Non mi piace che venga criticato un calciatore come Gigi Castaldo. E’ l’attaccante più forte della serie B.”

Problemi di condizione o di mentalità: “Ogni goal che prendiamo è una bastonata. Mentalmente crolliamo alla prima loro occasione. Il gruppo è unito e nei momenti difficoltà ci sappiamo rialzare dobbiamo solo lavorare, lavorare e lavorare”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy