Focusmatch #AvellinoComo: una partita, due obiettivi

Focusmatch #AvellinoComo: una partita, due obiettivi

Sabato pomeriggio, una partita, due obiettivi in casa biancoverde

Dopo il brillante e pesantissimo successo di Lanciano, l’Avellino di Attilio Tesser prepara la terzultima fatica stagionale. Sabato pomeriggio al Partenio-Lombardi arriverà il già retrocesso Como di Stefano Cuoghi. Una partita, due obiettivi in casa biancoverde: certificare l’aritmetica salvezza e riconquistare lo stadio amico. Il ko maturato contro la Ternana nello scorso weekend ha sancito la matematica retrocessione del Como in Lega Pro. Tre allenatori (Sabatini, Festa, Cuoghi) non sono serviti ad evitare l’immediato e amaro ritorno in terza serie. La squadra lariana non ha mai mollato, ma non è mai riuscita a divincolarsi dai bassifondi della classifica. Pagando a caro prezzo le troppe rimonte subite e una fragilità difensiva (62 gol incassati, peggior difesa della categoria) acclarata sin dalle prime battute del campionato. Non sono bastate le tante parate di Simone Scuffet, tornato a buoni livelli e pronto a riabbracciare palcoscenici più importanti. Non sono bastati nemmeno i 14 gol di Simone Andrea Ganz, protagonista di un ottimo torneo che gli ha consentito di firmare un contratto quadriennale con la Juventus. L’Avellino andrà a caccia dei suoi obiettivi con il consueto 4-3-1-2, con il recupero di Luigi Castaldo in attacco. La salvezza, complici risultati positivi dagli altri campi, potrebbe arrivare anche tramite una sconfitta, ma i lupi hanno l’obbligo di centrarla con una vittoria. Ritrovando quei 3 punti casalinghi che mancano ormai dal lontano 27 febbraio (2-1 al Livorno). La sfida, come spesso capita in gare del genere, non sarà scontata. Il Como, che dovrebbe schierarsi con il 3-4-2-1 o in alternativa con il 3-5-2, giocherà spensierato e con la voglia di onorare fino in fondo il suo campionato. L’Avellino, soprattutto se sarà quello visto a Vercelli e Lanciano, può evitare la trappola e aggirare l’ostacolo. Regalando ai suoi tifosi un pomeriggio tranquillo e festoso dopo un mese all’insegna di dubbi e di qualche paura.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy