Gavazzi corre sulla fascia: è ritorno alle origini

Gavazzi corre sulla fascia: è ritorno alle origini

Il centrocampista si appresta a vivere la sua seconda stagione in biancoverde

Primi giorni di ritiro e primi segnali importanti in arrivo da Sturno. Prime schiarite anche sulla collocazione tattica di alcuni calciatori, il cui inserimento nel 3-4-3 di Toscano era da valutare. È questo il caso di Davide Gavazzi, una delle migliori mezzali dell’intero panorama cadetto. Sia chiaro, con l’arrivo di Toscano e del suo 3-4-3 lo spostamento sulla fascia destra di Gavazzi era pronosticabile, ma questi primi giorni di lavoro ne stanno dando la certezza. L’ex centrocampista della Sampdoria si sta riabituando ad un ruolo che conosce benissimo e nel quale ha ben figurato fino a qualche anno fa. Proprio le sgroppate sulla fascia destra del Vicenza convinsero la Samp a puntare su di lui e a portarlo in massima serie. L’evoluzione tattica comincia a Terni con Tesser. Dalla fascia al centro, con risultati più che soddisfacenti. Ora è pronto il percorso inverso. Si tratterà dunque di un vero e proprio ritorno alle origini per il classe ’86. L’eccellente senso tattico mostrato nella scorsa stagione, le doti di corsa e la propensione a saltare l’uomo rappresentano la garanzia assoluta per la buona riuscita del riadattamento sulla fascia del jolly biancoverde. Senza dimenticare che Gavazzi potrebbe essere schierato anche nel ruolo di esterno offensivo, come accaduto nella scorsa stagione durante l’interregno Marcolin. Al centro o sulla fascia, a centrocampo o in attacco, Toscano sa di poter contare su un calciatore di sicuro affidamento.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy