“I nostri ragazzi motivo di orgoglio, con Atripalda viviamo qualcosa di meraviglioso”

“I nostri ragazzi motivo di orgoglio, con Atripalda viviamo qualcosa di meraviglioso”

Ivano Bonazzi mister della formazione della città del Sabato racconta il progetto della Scuola Calcio che sta raggiungendo risultati eccellenti a livello giovanile

di Redazione Sport Avellino

Ci sono piccole realtà territoriali che ogni giorno, senza far clamore, lavorano alacremente per far si che giovani talenti del panorama calcistico crescano sia tecnicamente che umanamente. É il caso della Scuola Calcio Atripalda del presidente Andrea Gerardo, fondata nel 2012, anno dopo anno sta sempre più aumentando il proprio numero di iscritti divenendo un punto di riferimento sul territorio irpino. La stagione attuale sta entrando nel vivo e la scuola calcio Atripalda è pronta ad affrontarla nel migliore dei modi, forte soprattutto degli ottimi risultati fin qui ottenuti.

Le squadre facenti parte delle categorie dei “Primi calci” (8-9 anni) e “pulcini” (10-11 anni) allenate da mister Minerva hanno raggiunto entrambe le fasi finali dei rispettivi campionati, mentre gli esordienti (12-13 anni) di mister Colella hanno conquistato i play-off. Chi sta letteralmente sorprendendo tutti gli addetti ai lavori è l’emergente mister Ivano Bonazzi, ormai da 4 anni alla guida delle squadre “giovanissimi” (14-15 anni) e “allievi” (16-17 anni) della scuola calcio Atripalda, con risultati nel corso degli anni via via sempre più prestigiosi.

Mister Bonazzi è diventato il punto di riferimento per i ragazzi della scuola calcio Atripalda, il suo rapporto con loro è alla base dei vostri successi…

Si, assolutamente. Cerco sempre di creare prima di tutto un gruppo unito e coeso, per tanti anni sono stato anche io dalla loro parte e so bene quanto sia importante costruire il concetto di “squadra” che è fondamentale per poter ottenere grandi risultati. Certo vincere non è mai facile, farlo divertendosi lo è ancora di più, ma anche molto più bello e gratificante, sia per me che per loro. I ragazzi sanno che possono sempre contare su di me e sono il primo a fare le battute e a scherzare con loro quando è il momento giusto per farlo e allo stesso tempo bacchettarli e insegnargli dei valori sportivi e umani in altri momenti. Penso che loro recepiscano che tutto ciò che gli dico è per il loro bene e così creare quel concetto di “gruppo” del quale parlavo prima diventa molto più semplice.

Sicuramente questi sono valori fondamentali che spesso portano a dei grandi risultati, com’è la situazione attuale delle sue squadre?

Con i giovanissimi stiamo lottando per la seconda posizione e i play-off sono già matematicamente acquisiti, mentre con gli allievi abbiamo già vinto il girone con due giornate di anticipo avendo sia il migliore attacco (media di quasi 3 goal a partita) che la miglior difesa e siamo ancora imbattuti. Personalmente sono orgoglioso di tutti i miei ragazzi per la stagione esaltante che ci stiamo regalando e per le tante soddisfazioni che mi regalano sia dentro che fuori dal campo.

Da quest’anno vi fregiate anche della collaborazione con l’accademy di Francesco Coco (ex difensore di Milan, Inter e Barcellona), un ulteriore motivo di lustro…

Siamo molto contenti di questa partnership che ci permette sia di far parte di un circuito importante a livello nazionale, sia permette ai nostri ragazzi di avere sempre più opportunità ed un’ulteriore vetrina di visibilità. Coco è una persona molto disponibile ed è già venuto svariate volte a visionare personalmente il nostro lavoro e posso confessare che ha già appuntato sul suo taccuino alcuni dei nostri migliori talenti. Sarebbe davvero un sogno poter vedere uno dei miei ragazzi calcare palcoscenici importanti.

Grazie Mister

Grazie a lei

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy