Il futuro di Tavano lontano dal calcio giocato: ecco cosa ha in mente il calciatore

Il futuro di Tavano lontano dal calcio giocato: ecco cosa ha in mente il calciatore

E’ vicino all’addio al calcio giocato Ciccio Tavano. Irrinunciabile la proposta arrivata per luglio

Ci ha provato. Gli è andata male. Ad Avellino Ciccio Tavano ha giocato al di sotto delle aspettative sue e della piazza stessa. Il bomber più prolifico della serie B è pronto all’addio da calciatore. Ad Empoli è rimasto legato. Appena può scappa per andare a trovare i suoi compagni. Ha rinunciato alla serie A per abbracciare il progetto Avellino. Due anni di contratto, scadenza 2017. Ma è pronto a dire addio con il consenso della dirigenza irpina. Tornerà ad Empoli dove il patron Corsi ha lasciato da sempre una porta aperta. “Quando vorrà potrà tornare qui. A costo di dargli la mia poltrona un posto per lui lo troveremo sempre”. Così parlò Corsi quando Tavano, contrariamente alle attese e dopo una lunga riflessione, accettò l’offerta dell’Avellino. Ora, Ciccio Tavano, può ripartire da allenatore. La società toscana potrebbe affidargli la formazione Primavera o una squadra di punta di un settore giovanile fiore all’occhiello di una piazza che punta molto sui giovani. Tavano può ritrovare la tranquillità che quest’anno gli è mancata. A 38 anni, i suoi numeri parlano chiaro. 458 presenze tra i professionisti, 166 gol (di cui 119 in serie B). Uno score impressionante. Spaventoso. Ad Empoli sono pronti a dargli la fascia da sindaco. Lì ha costruito i suoi successi con tanti sorrisi e tante giocate da favola. Con i toscani 304 gare giocate e 118 gol. Quanti bastano per affidargli la migliore squadre del settore giovanile. Mister Tavano. Da luglio, il bomber vestirà i panni di allenatore. Per una nuova vita, una nuova carriera.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy