In Irpinia il bomber che segna come Meazza: la storia di Vincenzo Torsiello

In Irpinia il bomber che segna come Meazza: la storia di Vincenzo Torsiello

Il giocatore, attualmente tra le file del Grotta 84, da sei anni consecutivi sfonda quota 20 marcature a stagione

C’è un centravanti in Irpinia dal fiuto del gol impareggiabile. Un centravanti con la C maiuscola, capace di fare gol in ogni modo e da ogni posizione. Un centravanti con numeri da record. Si tratta di Vincenzo Torsiello, attaccante del Grotta 84 (Promozione Campania), che da ben sei anni consecutivi sfonda il numero delle venti marcature in campionato. La cavalcata da record ha avuto inizio nella stagione 2010-2011, quando, tra Bisaccese e Scandone Montella, Torsiello realizzò 23 gol. I ventiquattro centri nella stagione successiva con la maglia del Lioni furono determinanti per far sì che la nascente società del Nusco-Lioni decidesse di affidare le proprie sorti a questo prodigioso numero nove. Ventidue furono i gol realizzati. Uno in meno rispetto alla stagione 2013-2014, giocata con la maglia del Nusco 75. Nell’estate del 2014 il passaggio al Grotta 84: 25 gol il primo anno e 21 durante quella ancora in corso. Sei anni di fila con più di venti reti realizzate. Numeri impressionanti. Fatte le giuste proporzioni, dovute alla netta differenza di categoria, era da sessant’anni che in Italia non si vedeva qualcosa di simile (Di Natale si è fermato a quattro). Fu il “pompiere” Gunnar Nordahl a riuscirci, addirittura per sette stagioni. Prima di lui solo l’immenso Giuseppe Meazza osò tanto con 163 marcature in sette stagioni. Torsiello è lì. Pronto ad agguantare due leggende assolute come Nordahl e Meazza. In fin dei conti gli bastano “solo” altri venti gol nella prossima stagione. Un gioco da ragazzi, per un bomber come lui.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy