L’Artemisium fa il colpaccio: l’Fc Avellino sbanda in casa

L’Artemisium fa il colpaccio: l’Fc Avellino sbanda in casa

Decisivi due gol nella ripresa di Stango, avellinesi ko e a digiuno di vittorie interne

F.C. AVELLINO           0

ARTEMISIUM             2

 

Marcatori: 8’st e 14’st Stango

 

FOOTBALL CLUB AVELLINO: Evangelista; Melchionno, De Feo, Flammia, Pasquale; D’Argenio, Russo (30’st Santamaria), Piscopo, Casanova, Iandiorio (25’st Liotti); Guerriero. A disp.: Giannelli, Pennetti, De Nardo, Luciano, Mele. All.: Spica

ARTEMISIUM: Mazzone; Puopolo, Colonna, Landolfi, Lo Campo; Cartagine, Dell’Aquila (29’st Aquilino), Stango; Cavallone (4’st Barbetta), Scippo (33’st Bianchi), Conte. A disp.: Zelano, Ferrara, Dell’Olio, Patrano. All.: Romano

Arbitro: Alessio De Cicco di Nola

Guardalinee: Vernacchio e Minichiello di Ariano Irpino

Ammoniti: De Feo, Flammia, Guerriero, Liotti (FCA), Landolfi, Dell’Aquila, Barbetta (A).

Note: si è giocato alle 15:30 al “Roca” di San Tommaso, Avellino. Giornata soleggiata.

 

AVELLINO – Cade di nuovo in casa il Football Club Avellino. Dopo la preziosa prima vittoria in campionato di settimana scorsa, la squadra di mister Spica non si ripete al “Roca” subendo la seconda sconfitta in altrettante gare interne. A passare, dopo l’Eclanese, è stavolta l’Artemisium che continua quindi la sua corsa senza sconfitte. A decidere il match a favore dei pugliesi il sinistro magico di Stango che nella ripresa da fuori colpisce due volte.

Gli avellinesi privi dei vari Cucciniello e Di Cairano in mezzo, di capitan Cunzo e Di Nuzzo in attacco, si affidano a Guerriero in attacco mentre è Piscopo a guidare la manovra.

Prima frazione di gioco molto spezzettata, tanti fischi e poche nitide occasioni. Si prova soltanto dalla distanza o da fermo finché alla mezz’ora arriva la prima vera emozione: azione insistita dell’FC Avellino, la palla arriva aerea al limite e D’Argenio con un’improvvisa girata sorprende tutti tranne l’esperto portiere avversario Pasquale Mazzone che, con un colpo di reni, smanaccia sopra la traversa. Subito dopo ancora l’under D’Argenio ci prova, stavolta il tiro è centrale e non crea nessun problema per Mazzone che, invece, si rende protagonista di nuovo al minuto 37 quando chiude lo specchio in uscita a Iandiorio che gli spara addosso la palla sciupando quella che poi si rivelerà essere la miglior palla gol degli avellinesi. Si chiude così la prima frazione sullo 0-0.

Nessun cambio dagli spogliatoi ma ad inizio ripresa l’Artemisium sembra più pimpante: Cartagine al 3’ si accentra ma il suo sinistro è debole. Lo stesso Cartagine, però, cinque minuti dopo partecipa all’azione manovrata che termina con la staffilata dal limite sinistro di Stango, il suo forte sinistro va proprio nell’angolino basso non lasciando scampo ad Evangelista finora mai chiamato all’attività: è il vantaggio dell’Artemisium. Gli ospiti di Romano sfruttano il momento positivo e al 14’st vanno sullo 0-2: su una punizione da poco più di 30 metri, l’autore del vantaggio Stango sorprende tutti col suo solito sinistro che stavolta si infila nel sette beffando Evangelista. Solo a questo punto l’FC Avellino reagisce e al 19’ ci prova a volo Russo che la mette all’incrocio ma Mazzone vola e la toglie dal sette. Al 24’ D’Argenio ci prova di sinistro, appena entrato in area, ma Mazzone non si fa trovare impreparato. Subito dopo Liotti subentra a Iandiorio e proprio il nuovo entrato si infila in area dalle parti di Guerriero che subito spara, calciando alto. Alla mezz’ora fuori Russo, dentro il giovanissimo Santamaria. Gli avellinesi continuano ad attaccare cercando di rientrare in partita ma al 34’ sulla punizione di Casanova, Piscopo di testa la mette alta. I minuti iniziano a scarseggiare e al 38’st prima Liotti viene anticipato in area sul cross dalla sinistra di D’Argenio e poi dal corner successivo Melchionno colpisce di testa ma in area spazza la difesa pugliese. In ripartenza, al 41’ l’Artemisium sfiora il tris: dalla destra Barbetta vede e serve l’accorrente Conte che dall’altra fascia arriva ma spara alto da pochi metri. L’ultima conclusione arriva nei minuti di recupero a D’Argenio, ma la palla calciata dalla distanza muore a lato.

Finisce così, l’Artemisium conquista la vittoria. Per l’F.C. Avellino, invece, ancora rimandata la prima vittoria in casa, quella che cercherà il prossimo avversario dei ragazzi di Spica: la Vis Ariano, ferma a quota 1 in classifica dopo 3 turni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy