L’Avellino prepara un “tiro mancino” al Benevento

L’Avellino prepara un “tiro mancino” al Benevento

Dall’ambiente giallorosso voci insistenti sull’interessamento dell’Avellino su un calciatore in forza al Benevento

È già mercato. Manca ancora qualche mese all’inizio della campagna trasferimenti estiva, ma i lupi, come al solito, si stanno muovendo d’anticipo. Sia in uscita che in entrata. In queste ore i lupi hanno sondato il terreno con la Juventus per sondare la disponibilità dei bianconeri a cedere Simone Andrea Ganz in prestito. Su di lui molte squadre (Pescara ed Empoli su tutte), ma i lupi proveranno a far valere i buoni uffici con il club di Corso Galileo Ferraris.

Non solo Ganz, comunque. In queste ore un altro importante calciatore è stato associato ai biancoverdi. Si tratta di Amato Ciciretti, esterno offensivo classe ’93 di proprietà del Benevento. Il centrocampista scuola Roma, da sempre apprezzato dagli addetti ai lavori, sta vivendo finalmente la stagione della consacrazione. Agli ordini di Auteri ha collezionato sinora 20 presenze, realizzando sette gol, alcuni di pregevole fattura, e quattro assist. Romano e romanista, Ciciretti da giovane veniva addirittura paragonato a Totti. Non siamo su quei livelli, ma il ragazzo possiede qualità davvero notevoli che hanno suscitato l’interesse del direttore Enzo De Vito. Tra le sue caratteristiche spiccano la velocità e la capacità di accentrarsi per provare il tiro. Piede sinistro, duttilità tattica (può giocare su entrambe le fasce, da trequartista e all’occorrenza anche da play basso) e grandi capacità sui calci da fermo. Estro e fantasia. Doti che lo hanno reso il miglior esterno offensivo della Lega Pro. L’Avellino lo segue e proverà davvero a prenderlo. Non è un caso, d’altronde, che il suo nome stia uscendo proprio ora che si parla con insistenza di Roberto De Zerbi, fanatico del tridente offensivo, come del favorito alla successione di Tesser.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy