Lotito scortato, i tifosi: “Salerno non è la Lazio”

Lotito scortato, i tifosi: “Salerno non è la Lazio”

Dura contestazione dopo Salernitana-Lanciano. Oltre 200 tifosi hanno contestato il patron all’uscita dalla Tribuna. Cori offensivi e un invito a lasciare la Salernitana. Alle 18 la situazione è tornata alla normalità

Dalla gioia della vittoria a Cesena alla depressione della sconfitta di oggi contro il Lanciano in casa. E a fine partita, a Salerno, è scoppiata la contestazione. Oltre duecento tifosi hanno presidiato il piazzale antistante la tribuna centrale dove ad assistere al match c’era Claudio Lotito ma non Marco Mezzaroma. Le forze dell’ordine, subito in preallarme, hanno evitato che la situazione degenerasse. Ma i cori e le frasi all’indirizzo del patron della Lazio, sono  stati pesanti tanto da creare qualche tensione. “Vattene”, “Pezzo di m., “Lotito pagliaccio, Salerno non è la Lazio”. Lotito ha lasciato lo stadio poco prima delle 18 senza rilasciare dichiarazioni. Apertamente contestato anche il direttore sportivo Fabiani. La situazione di classifica della Salernitana si fa pesante. Penultimi con un calendario difficilissimo davanti. A Salerno si teme il ritorno in Lega Pro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy