Marcolin: “Abbassare la testa e lavorare. Il caldo ci ha penalizzato ancora e questo mi preoccupa”

Marcolin: “Abbassare la testa e lavorare. Il caldo ci ha penalizzato ancora e questo mi preoccupa”

Il tecnico dell’Avellino Marcolin analizza il match perso contro il Perugia

Marcolin analizza la partita del Curi dove l’Avellino è apparso ancora una volta smarrito. Il tecnico biancoverde spiega che: “La realtà dei fatti è questa. Abbiamo fatto bene la prima contro il Crotone poi non siamo più riusciti a raccogliere nulla seppur ce la mettiamo tutta. Anche oggi abbiamo costruito occasioni gol ma in un paio di interventi Rosati è stato eccezionale. Purtroppo ad oggi questo non basta e soprattutto non riusciamo ad avere un ritmo per tutti i novanta minuti”.

Anche oggi l’Avellino ha faticato molto e non è riuscito a creare palle gol limpide se non tiri dalla distanza. Marcolin chiarisce che: “Dobbiamo abbassare la testa e lavorare ancora di più, siamo tutti preoccupati. Sono venute fuori situazioni che non mi aspettavo neanche io. In questo momento con il caldo andiamo in difficoltà, facciamo molta fatica con il fresco siamo andati molto meglio per il resto fatichiamo troppo.Se manca anche la serenità allora è tutto più difficile, ho giocato a calcio e quando le cose non girano per il verso giusto inizi a prendertela anche con i compagni. Mi aspettavo una reazione diversa invece alcune volte manca la cattiveria giusta che ti fa raggiungere i risultati sperati”.

Poi il tecnico si sofferma anche sulla classifica e sui pericoli che arrivano da dietro: “Dietro corrono e ci sono giornate in cui sotto accorciano ed è normale che dobbiamo preoccuparci. Sotto ce la mettono tutta e nel finale di campionato è sempre cosi. Dobbiamo essere coscienti che da adesso alla fine sarà dura e dobbiamo mettercela tutta in un calendario che non ci ha aiutato da questo punto di vista”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy