Marcolin: “Bastien e Rea no, Castaldo-Mokulu forse, Pucino si”

Marcolin: “Bastien e Rea no, Castaldo-Mokulu forse, Pucino si”

Il tecnico parla dello stato di salute dei suoi uomini con l’abbondanza in attacco e l’imbarazzo della scelta legato alla forma fisica di ognuno

Seconda settimana di lavoro per la squadra con mister Marcolin che con il rientro di Bastien dall’avventura nazionale e la ripresa da parte di Angelo Rea durante la settimana ha lavorato con il gruppo al completo. Mister Marcolin parla della forma dei suoi uomini e dopo essersi tenuto molto abbottonato nel match prima del Crotone svela qualcosa in più oggi: “Non cambierò tanto, l’atteggiamento con il Crotone mi è piaciuto ci sono cose che devono migliorare però giocheremo con un 4-3-3. Conosco bene il loro mister, è bravo preparato e chiede alla sua squadra determinati movimenti offensivi”

Poi il tecnico si sofferma su alcuni suoi uomini: “Bastien è un giocatore con qualità straordinarie, il nostro fiore all’occhiello ma incombe una battaglia e lui si è allenato poco. Sarà della partita ma non dall’inizio. Tavano l’ho visto meglio e per me durante la partita è una carta da giocare. Bisogna essere al top in campo, è un professionista serio e piano piano ci sarà utilissimo. Un passo alla volta, ora ci saranno impegni ravvicinati e arriverà il momento per tutti. Per l’attacco Castaldo-Mokulu è difficile spostare adesso Gigi in fascia in partenza. Nel corso della partita ci potrà essere sicuramente l’impiego di entrambi. Joao Silva ha grande tecnica e grande fisico, può ricorpire tutti i ruoli dell’attacco.  Rea doveva partire dall’inizio con il Crotone ma Biraschi-Jidayi hanno fatto molto bene quindi potrebbero essere riproposti visto anche i pochi giorni di allenamento di Rea”.

Dubbio sulla fascia sinistra dove Visconti è stato fermato dal giudice sportivo: “Chiosa è un centrale ma potrebbe giocare a sinistra. Il loro terzino mi preoccupa sulla velocità e quindi sono intenzionato a far giocare Pucino. La cosa importante è lavorare con la linea dato che non è il suo piede naturale ma i movimenti saranno fondamentali”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy