Novellino: “A Verona non per fare la controfigura. Asencio? E’ giovane, lo abbiamo scelto noi e se…”

Novellino: “A Verona non per fare la controfigura. Asencio? E’ giovane, lo abbiamo scelto noi e se…”

Il tecnico sottolinea il suo ruolo di garante, parla del match con il Verona e del giovane arrivato dal Genoa

Mister Novellino è pronto insieme ai suoi uomini alla prima partita esterna ufficiale. Palcoscenico sarà il Bentegodi di Pazzini e dell’ex Verde: “Abbiamo preparato bene la partita e conosco le difficoltà che possiamo avere. Non vogliamo fare la controfigura a Verona, abbiamo tutte le possibilità per fare bene e giocarcela. Il Verona ha cambiato poco, ha un Daniele Verde in più che ho visto nelle partite pre campionato si è inserito molto bene. Ha un Bessa che si inserisce tra le linee e Giampaolo Pazzini che quando il Verona è venuto al Partenio nella scorsa stagione non c’era”.

Il tecnico poi su una domanda che riguarda l’ambiente biancoverde spiega che: “Il nostro è un ambiente compatto, stiamo costruendo qualcosa di importate per arrivare ai risultati però ci vogliono sacrifici. Sono il garante di tutto questo e tutti noi vogliamo soffrire meno e la società per prima vuole fare bene. Creare casi come quello di Asencio che è un giocatore che deve crescere lo abbiamo voluto noi, abbiamo visto che ha grandi qualità ma ci sono i tempi dovuti. Se dimostra di essere più bravo di Ardemagni giocherà e sarà la prima scelta”.

Poi il tecnico parla telegraficamente anche di mercato: “Marchizza e Morosini sono giocatori che la società sta facendo di tutto per prenderli. Manca ancora molto alla fine del mercato e quando tenti di prendere il meglio bisogna attendere”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy