Novellino: “E’ mancata un po’ di fortuna. Salvezza? Eravamo a 100 metri dal traguardo, ora siamo ad 80”

Novellino: “E’ mancata un po’ di fortuna. Salvezza? Eravamo a 100 metri dal traguardo, ora siamo ad 80”

Un punto che muove la classifica per l’Avellino rimasto in dieci dopo l’espulsione di Ardemagni con il tecnico dei biancoverdi che analizza il match

Un punto che muove la classifica per l’Avellino rimasto in dieci dopo l’espulsione di Ardemagni. L’analisi del tecnico biancoverde al termine del match spiega che: “Una delle partite più importanti sotto l’aspetto caratteriale, sotto l’aspetto delle giocate e credo che siamo stati un pochino sfortunati. Rimanendo in nove la cosa è diventata complessa e nel complessivo abbiamo subito un po’ il loro palleggio ma l’avevamo studiata cosi e con maggiore fortuna e precisione potevamo fare anche in più. Partivamo da dietro, con loro che avevano Laribi che agiva dietro i nostri attaccanti. Bisogna dire che questo Cesena è costruito per la promozione e quindi non abbiamo giocato contro una squadra qualsiasi. Verde? E’ utile come tutti i giocatori ma ho pensato che Bidaoui mi dava più profondità. Ottima prestazione di tutti e spendo una parola per Laverone che secondo me gli va stretta la serie B”.

Sull’espulsione di Ardemagni e l’errore di Radunovic il tecnico chiarisce: “Forse il sole ha ingannato Boris ma dopo ha fatto due interventi incredibili. Ardemagni pagherà una multa ma era nervoso per il mancato passaggio di Bidaoui, poi è venuto quel fallo subito fischiato contro ed è scattato. Vedremo se vuole pagare anche una cena”.

Sulla classifica il tecnico sottolinea che: “Oggi la vittoria avrebbe dato maggiori certezze ma aggiungo solo che a questi ragazzi bisogna dire grazie perchè hanno fatto una scalata eccezionale e mancano pochi metri quando mancano diverse giornate. Lavoriamo per farli subito e poi ci divertiamo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy