Novellino: “Perso una partita particolare. Peccato non essere stati cinici e senza furbizia”

Novellino: “Perso una partita particolare. Peccato non essere stati cinici e senza furbizia”

Il tecnico dell’Avellino nel post gara spiega cosa è mancato ai suoi per portare punti a casa

In vantaggio, recuperato e poi è mancato il colpo decisivo per il pareggio. L’Avellino torna da Bari a mani vuote e Novellino spiega cosa è mancato ai suoi in match combattutissimo: “Credo che è stata una partita particolare. Un match giocato dal punto di vista tattico in cui non abbiamo sfruttato come dovuto le occasioni avute. Ci voleva più forza e saltare l’uomo con più frequenza. Perso una partita particolare in cui siamo andati in vantaggio, poi sotto e sfrotunati nel non arrivare al pareggio”.

Un vantaggio tenuto stretto per pochissimi minuti con il tecnico che spiega: “Mi dispiace che non ho fatto in tempo a mandare Camarà a marcare sul fronte opposto dopo il nostro gol anche se avevo visto le difficoltà di Bidaoui. In generale dobbiamo essere solo un po’ più cattivi e stare attenti agli episodi che spesso ci penalizzano. Oggi non meritavamo questa sconfitta e sono arrabbiato. Perchè non sono stato bravo a dire a qualcuno di accorciare in avanti, qualche movimento sbagliato e mi prendo tutte le responsabilità. Dovevamo essere più cinici e furbetti per portare a casa un buon risultato”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy