Novellino: “Siamo sulla giusta strada per mettere la bandiera su quella montagna da scalare ma…”

Novellino: “Siamo sulla giusta strada per mettere la bandiera su quella montagna da scalare ma…”

Bisogna mettere da parte l’entusiasmo post vittoria di sabato contro il Vicenza e sopratutto gestire l’entusiasmo di un periodo d’oro

Commenta per primo!

Bisogna mettere da parte l’entusiasmo post vittoria di sabato contro il Vicenza e sopratutto gestire l’entusiasmo di un periodo d’oro. Ci avrà provato e ci proverà il tecnico irpino nelle poche ore a disposizione per preparare il match contro la Pro Vercelli. Trasferta insidiosa come tutte le partite di B perchè il club piemontese deve far passare la propria salvezza attraverso le partite tra le mura amiche. Mister Novellino analizza il match nella consueta conferenza stampa della vigilia: “Domani su un sintetico come il nostro, con una squadra che meriterebbe qualche punto in più in classifica sono convinto con possiamo fare bene anche domani. Ci saranno difficoltà sul campo della Pro Vercelli e possiamo superarle con la serenità e con la consapevolezza che abbiamo qualità importanti. Siamo sulla strada giusta per mettere la bandiera sulla montagna che dobbiamo scalare e questo è molto importante ma bisogna avere sempre umiltà in ogni partita e capire che dobbiamo raggiungere un traguardo importante per tutti, per me, per la società, per i calciatori per la nostra piazza”.

Sull’undici che scenderà in campo Novellino ha ancora da pensare o forse fa pretattica ma per il momento chiede ai suoi solo una cosa: “Attenzione e consapevolezza dei propri mezzi ci saranno utili come sempre. A parte Bidaoui saranno tutti arruolabili. Castaldo o dal primo o nel secondo tempo potrà giocare sicuramente. Io sono vicino a tutti i miei giocatori a chi gioca e chi gioca di meno, insieme ai miei collaboratori credo facciamo un lavoro che cerca di dare delle strutture e che ci gratifica quando i giocatori esprimono apprezzamento per il lavoro che si sta facendo. Dobbiamo mettere il massimo dell’intensità in una partita che è uno scontro diretto. Hanno giocatori che ci possono mettere in difficoltà e dobbiamo essere consapevoli di questo in modo da arginare tutte le loro qualità”.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy