Pietre (fantasma) all’arbitro: mezza squadra squalificata

Pietre (fantasma) all’arbitro: mezza squadra squalificata

Stangata sulla Scandone Montella. Dopo i fatti avvenuti nella gara contro il Domicella, quando l’arbitro aveva sospeso la gara per un presunto lancio di pietre dagli spalti (lancio che, come dimostrano i video, non c’è stato), è arrivata la sentenza del giudice sportivo.

Stangata sulla Scandone Montella. Dopo i fatti avvenuti nella gara contro il Domicella, quando l’arbitro aveva sospeso la gara per un presunto lancio di pietre dagli spalti (lancio che, come dimostrano i video, non c’è stato), è arrivata la sentenza del giudice sportivo. Una sentenza dura. Squalificato fino al 12/05/2016 Gennaro D’Agnese per aver “ingiuriato reiteratamente l’arbitro”. Squalifica lunga anche per il capitano Andrea Bosco, costretto a star fermo per tre turni per aver “impedito all’arbitro di raggiungere lo spogliatoio e per aver chiesto, con insistenza, di cambiare idea in merito alla sospensione della gara”. Tre turni anche per Antonio Ciociola per gli stessi ed identici motivi. Due turni invece per Mario Capone ed uno per Federico Bozzacco. Si è rivelata vana, dunque, la speranza di capitan Bosco, che in esclusiva a SportAvellino aveva chiesto all’arbitro di non esagerare nel referto e di passarsi una mano sulla coscienza. Rabbia e sgomento tra la tifoseria montellese: la squadra è a soli cinque punti dalla vetta. Con tutte queste squalifiche, però, sarà molto più difficile sognare la promozione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy