Processo calcioscommesse: confermate le richieste, Taccone tuona in aula: “Arrabbiato e mortificato per…”

Processo calcioscommesse: confermate le richieste, Taccone tuona in aula: “Arrabbiato e mortificato per…”

Terminato il secondo round del processo calcioscomesse al Tribunale Federale Nazionale

Terminata il secondo round del processo che vede l’Avellino calcio e alcuni suoi tesserati al Tribunale Federale Nazionale. Terminata la fase dibattimentale a cui hanno partecipato oltre ai legali di tutti gli indagati anche Fabio Pisacane, Armando Izzo e il presidente dell’Avellino Walter Taccone mentre era assente la difesa di Luca Pini unico soggetto non rappresentato nella fase odierna. Durante i vari interventi anche quello del presidente biancoverde che ha espresso la propria posizione nell’ambito del processo affermando che: “Sono arrabbiato e mortificato di essere stato chiamato in causa in un procedimento sportivo di grande gravità. Sono esterefatto ed è incomprensibile come il mio nome sia presente in questa vicenda. La mia onorabilità professionale e sportiva non meritano tutto questo come non lo merita l’Avellino, la squadra che ho l’onore di rappresentare. Tirato in ballo da un deliquente che non conosco nemmeno e che dice cose false. Resto sconcertato da tutto questo”.

Pisacane ha voluto esprimere la propria estraneità ai fatti sottolineando che la sua presenza in aula era legata alla volontà di fare chiarezza su una vicenda nella quale lui è totalmente estraneo. Stesse dichiarazioni per Armando Izzo sottolineando che lui non era neanche in campo nelle partite oggetto di accertamenti. Il legale di Francesco Millesi sottolinea come il flusso di scommesse oltre a sottolineare che il suo assistito non era in campo contro il Modena e contro la Reggina. I legali di Luigi Castaldo spiegano la gravità di una squalifica nei confronti del loro assistito anche per 6 mesi in riferimento ad una vicenda in cui l’attaccante biancoverde è totalmente estraneo.

Il secondo round del processo si chiude con la Procura che conferma tutte le richieste espresse in prima istanza e ora si attende il giudizio finale che arriverà agli inizi della prossima settimana.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy