Quota salvezza: Avellino dipende da te, bastano 48 punti ma…

Quota salvezza: Avellino dipende da te, bastano 48 punti ma…

Quattro partite al termine, con i posticipi di ieri che permettono qualche calcolo in più per valutare la quota salvezza

Quattro partite al termine, con i posticipi di ieri che permettono qualche calcolo in più per valutare la quota salvezza. Il risultato positivo per l’Avellino arriva da Latina dove i laziali si arrendono alla Virtus entella e rimangono sulla linea dei play out insieme al Modena, raggiunto dal Bari dopo essere passato in vantaggio, e alla Salernitana che esce vittoriosa dallo scontro diretto con il Livorno. Turno che conferma che i 48 punti preventivati qualche giornata fa per la salvezza basteranno ai lupi ma con qualche ragionamento da fare.

Probabilmente la quota salvezza si attesta a 48 ma naturalmente è legato tutto ad un calcolo probabilistico. Lo scorso anno ne bastarono 48 al Crotone mentre due anni fa ne servirono solo 47 al Cittadella per spuntarla sul Varese grazie agli scontri diretti. In questa stagione non basteranno questi punti. Le squadre sulla soglia dei play-out hanno già raggiunto il totale di vittorie delle retrocesse nelle passate stagioni o lo faranno nei prossimi turni.

Molto dipende dall’Avellino che è protagonista del proprio destino già dal match del prossimo turno contro il Lanciano. Vincere significherebbe arrivare a 48 punti ma soprattutto abbassare la quota salvezza togliendo tre punti fondamentali alla rincorsa di una delle maggiori indiziate a retrocedere. I sette punti di penalizzazione sono un fardello troppo pesante per il Lanciano che a tre giornate dal termine in caso di sconfitta con i lupi potrebbe raggiungere quota 48 in caso di filotto successivo. Per gli altri due posti pericolosi la corsa andrà fatta su Modena, Salernitana, Latina e Vicenza in virtù oltre che della posizione occupata in questo momento, anche degli scontri diretti che faranno rallentare due protagoniste di questa corsa. Vicenza-Lanciano e Modena-Salernitana saranno le partite che decideranno quale sarà la soglia definitiva per la salvezza. Due pareggi abbasserebbero sensibilmente la volata per le altre tenendo a distanza più concorrenti in un solo turno. A perdere dovrebbero essere Latina e Salernitana se proprio non dovesse arrivare il pareggio. In quel caso i 48 punti sarebbero quasi matematici. Quarantotto punti basteranno ma va detto che nel caso di incredibili filotti delle avversarie, per non rischiare di finire in una lotteria spietata che è quella della classifica avulsa, l’obiettivo è 49 punti con una lotta retrocessione che si riduce ad un mini torneo tra nove squadre. Lo scorso anno le formazioni invischiate in questa corsa erano di meno e questo di certo favorisce i lupi che sono al momento in testa al gruppone ma bisogna anche sottolineare che la dodicesima posizione al 38° turno viaggiava a 47 punti, due in più dei lupi di quest’anno.

Il prossimo turno dunque sarà davvero pesante per valutare ancora la soglia salvezza ma tutti i calcoli passano nelle mani dell’Avellino. Un vantaggio non da poco per chi ha la voglia e la determinazione di decidere il proprio futuro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy