Serie B – Rinviata sentenza Catania al 28 settembre. L’Entella dice addio al ripescaggio

Serie B – Rinviata sentenza Catania al 28 settembre. L’Entella dice addio al ripescaggio

di Redazione Sport Avellino

Quest’anno il calcio italiano ha assunto dei toni grotteschi, ai limiti del paradossale, con un avvio del campionato monco ed una battaglia legale che sembra non trovar fine. Ieri il collegio di garanzia del Coni ha ufficializzato il format a 19 squadre, oggi il TFN avrebbe dovuto esprimersi in merito al ricorso presentato dal Catania calcio contro la modificazione del campionato cadetto, cosa che non avverrà in quanto l’organo di giustizia federale ha rinviato la sentenza sul ricorso al 28 settembre, chiarendo che la trattazione del ricorso avverrà congiuntamente ai ricorsi presentati dalle altre squadre interessate alla Serie B (Siena, Ternana, Pro Vercelli, Novara).

Il TFN sembrerebbe non aver tenuto conto del continuo dei campionato, con il calendario di Serie C appena stilato, che vedrà il Catania e le altre società disputare tre partite, scatenando con un eventuale accoglimento dei ricorsi, uno stravolgimento complessivo di due campionati.

Da sottolineare quanto avvenuto nel processo bis per il caso plusvalenze, che vede coinvolte le società di Chievo Verona e Cesena, il club romagnolo non essendo più affiliato non andrà incontro a sanzioni, provocando il rigetto della domanda di ammissione al campionato di Serie B dell’Entella

 

La Virtus Entella resta in Serie C: nell’ambito del processo-bis per il caso Chievo-Cesena, sono state infatti stralciate le posizioni dei due club. Per il Chievo richiesta di -15 (e 36 mesi di inibizione nei confronti di Campedelli), mentre il Cesena, non essendo più affiliato, non andrà incontro a sanzioni. Con la conseguenza che sarà rigettata la domanda di riammissione in Serie B proposta dal club ligure.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy