Serie D – Atletico, Caccia: “Trasloco a Fiuggi necessario per non perdere il titolo”

Serie D – Atletico, Caccia: “Trasloco a Fiuggi necessario per non perdere il titolo”

di Leo Pecorelli, @pecorelli_leo

Riguardo alle notizie dei giorni scorsi che hanno investito l’attuale situazione societaria dell’ SFF Atletico, il presidente Davide Caccia ha parlato del futuro della compagine laziale, facendo il punto della situazione. Come si apprende da Il Notiziario del calcio, Caccia ha dichiarato: “Innanzitutto deve essere risolta la problematica più importante, che è legata alla realizzazione di nuovi impianti sportivi, alla riqualificazione di quelli già esistenti, e alla creazione di un nuovo impianto. La società dell’Atletico, su quest’argomento, ha già incontrato imprenditori esperti nel settore. Nell’amministrazione comunale abbiamo trovato la massima disponibilità, affinché tutto proceda in tempi meno lunghi possibili. Intanto, non essendo possibile usufruire degli impianti presenti sul territorio comunale, dopo diversi incontri con alcune realtà regionali, si è aperta una trattativa concreta, legata ad un accordo commerciale con una realtà locale. Lo SFF Atletico potrebbe quindi disputare le gare interne del campionato di Serie D 2019/2020 nello stadio della città termale. Riguardo al Settore Giovanile e la Scuola Calcio, invece, quest’ultimi continueranno a svolgere le attività sportive negli impianti Aristide Paglialunga di Fregene, Vincenzo Cetorelli di Fiumicino, e presso lo SportingCenter sempre a Fiumicino. L’ipotesi Fiuggi? Siamo riusciti a riportare la Serie D a Fiumicino dopo circa 20 anni, ed è proprio partendo dall’importanza di un titolo sportivo così rilevante, che stiamo lavorando affinché il titolo stesso non vada perduto, vanificando anni di lavoro, investimenti e soddisfazioni. Questo possibile trasferimento si sta rendendo necessario, poiché più tempo passa e più non ci sarebbero i tempi tecnici per poter pensare di avere un impianto idoneo a Fiumicino. Ci siamo mossi da subito, proprio perché sappiamo quali sono le tempistiche, ma più giorni passano e più la società dovrà necessariamente avere un’alternativa valida per non perdere un titolo sportivo così prestigioso”.

E sull’ipotesi di altre possibilità: “Per ora no, ma siamo aperti ad altre soluzioni, nel caso in cui qualcuno volesse avvicinarsi alla nostra realtà sportiva. Ci teniamo al mantenimento del titolo di Serie D, ma non vogliamo tralasciare assolutamente la crescita del settore giovanile. Per cui valuteremo eventuali proposte, sempre per il bene della società e nell’interesse di chi ne fa parte”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy