United Soccer Av e Frosinone: insieme per i talenti irpini migliori

United Soccer Av e Frosinone: insieme per i talenti irpini migliori

di Redazione Sport Avellino

Nasce in Irpinia l’affiliazione tra la ASD United Soccer AV ed il Frosinone calcio. Come vi abbiamo anticipato qualche settimana fa, i preparatori ed i dirigenti del settore giovanile del Frosinone si sono recati in Irpinia per conoscere le realtà sportive locali e valutare anche le strutture a disposizione della società Irpina. Una giornata di festa che ha visto un gruppo ben assortito di giovani atleti scendere in campo per dimostrare il loro potenziale dinnanzi agli occhi dei preparatori ciociari. Un progetto ambizioso del Frosinone che in più zone d’Italia ha concluso partnership con la volontà di accaparrarsi i migliori talenti disponibili sul territorio. L’Asd United Soccer AV ha dimostrato di essere una delle poche realtà territoriali capace di coniugare il divertimento alla formazione degli atleti di domani, con un progetto ambizioso dislocato sul territorio irpino. Infatti le strutture sportive sono ubicate tra Manocalzati, dove viene utilizzato lo stadio cittadino per i settori Giovanissimi ed Esordienti, e le strutture di Parolise per la categoria pulcini e mini calci.

Tanta la soddisfazione  del presidente della United Soccer, Giuseppe Contrada e del mister Nittolo che hanno visto ripagare gli sforzi e l’impegno di tutti questi anni: “Sono contento di veder ripagato l’impegno di tutti noi, la United Soccer nasce nel 2003  e grazie all’impegno di tutti siamo riusciti a creare un progetto che scavalca i confini di ogni paese ma ci unisce tutti in unico grande simbolo. Le amministrazioni di Manocalzati e di Parolise ci hanno aiutato nel nostro progetto aiutandoci nell’utilizzo delle strutture sportive locali. Avere il Frosinone qui da noi è un occasione importante per tutti, soprattutto per i nostri ragazzi meritevoli che se avranno e giuste capacità possono iniziare un percorso formativo – sportivo con una delle realtà più moderne del nostro calcio.” queste le parole del presidente Contrada.

Fernando Tasciotti, il responsabile delle scoietà affiliate del Frosinone Calcio, ha incontrato i giovani talenti irpini con i quali ha scambiato due chiacchiere e ha svolto una rapida seduta d’allenamento per tastare le capacità del gruppo irpino: “Sono molto contento di quanto visto oggi, le strutture sono ottime e sono la base per iniziare un progetto di crescita sportiva dei giovani talenti. Noi come Frosinone Calcio abbiamo la volontà di seguire la società in ogni suo piccolo passo, cercando di trasmettere il modo di essere del Frosinone Calcio. Dai preparatori ai calciatori bisogna far i modo che tutti seguano una linea comune che porti alla valorizzazione dei bambini, loro sono il fulcro del nostro progetto e tutto deve ruotare intorno a loro. Dobbiamo assolutamente avere le capacità per educare i nostri ragazzi ai valori dello sport della nostra società, e soprattutto farli divertire.” 

Un breve passaggio, ma fondamentale, anche sul ruolo dei genitori dei giovani calciatori, che Tasciotti: ” I genitori non devono caricare i figli di troppe pressioni, non devono esigere troppo da loro conviti di aver in famiglia un giocane campione. Cosi facendo si instaurano meccanismi che non fanno nient altro che male al giovane atleta. Inoltre negli ultimi tempi sempre più genitori tendono ad effettuare pressioni sugli allenatori, vedendo nel loro figlio una gallina dalle uova d’oro. Non è cosi. I genitori devono sostenere sempre i propri figli ma mantenendo i piedi per terra, senza creare meccanismi che in futuro non fanno nient’altro che ledere l’atleta.”

Il Frosinone insomma si lega sempre più al territorio irpino, dopo l’apparizione dell’anno scorso sul manto erboso del Partenio Lombardi, in attesa del completamente dello stadio Stirpe , stringendo relazioni con le migliori strutture presenti sul territorio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy