Vicenda Santa Rita, il legale di Taccone: “Leso l’onore del Presidente”

Vicenda Santa Rita, il legale di Taccone: “Leso l’onore del Presidente”

Il comunicato a firma del legale del Professore Taccone, Innocenzo Massaro chiarisce ulteriormente la questione che aveva, nei giorni scorsi, portato al sequestro preventivo dei beni del patron. E pone una riflessione

Dopo la notizia dell’accoglimento del ricorso da parte dei legali del patron dell’Avellino Walter Taccone pubblicata anche su SportAvellino (LEGGI QUI), è arrivata anche la nota del legale Innocenzo Massaro. La riportiamo fedelmente per completezza di informazione.

“Nel primo pomeriggio il Tribunale del Riesame di Avellino, nelle persone della dott.ssa Eva Troiano, dott. Pierpaolo Calabrese e dott.ssa Irene Barra, accogliendo il ricorso presentato dall’avv. Innocenzo Massaro, difensore di fiducia del Prof. Walter Taccone, Presidente della Casa di Cura Santa Rita S.p.A., ha annullato il decreto di sequestro preventivo, emesso dal Gip del Tribunale di Avellino e notificato in data 19.04.2016, con il quale era stato disposto il sequestro di denaro e beni immobili nella disponibilità del Presidente, per un valore complessivo di € 850.000, per un debito erariale della Casa di Cura Santa Rita, già rateizzato nel 2013 con l’Agenzia delle Entrate di Avellino, rateizzazione, tra l’altro, previamente omologata dal Tribunale di Avellino. Appare chiaro che, a fronte di un provvedimento che ha avuto la breve vita di soli dieci giorni, si sarebbe potuto evitare un eccessivo clamore mediatico, che ha finito per incidere negativamente sul decoro e sull’onore oltre che sulle attività imprenditoriali del Prof. Walter Taccone, impegnato nel settore della sanità privata irpina e soprattutto legato all’U.S. Avellino. L’auspicio, nell’interesse non solo del Presidente, ma di ogni cittadino, è una riflessione da parte degli operatori del diritto sulla delicata ed attuale tematica della limitazione della libertà personale e patrimoniale dell’indagato prima del processo!”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy