Zeman non cambia mai: perde 7-0 ed è vicino all’esonero

Zeman non cambia mai: perde 7-0 ed è vicino all’esonero

Dopo il 6-0 subìto la settimana scorsa contro il Sion, arriva un altro ko mortificante. Il Lugano ne prende 7 contro lo Young Boys. Ore decisive: il boemo verso l’ennesimo esonero.

Al Lugano non ne va bene una. Figuraratevi a Zdenek Zeman. Dopo il 6-0 contro il Sion incassato sette giorni fa, al boemo riesce l’impresa di fare addirittura peggio una settimana dopo. Contro lo Young Boys, l’ex tecnico dell’Avellino, ne prende 7 acuendo una crisi senza precedenti. Dopo 30 minuti di gioco il punteggio era già di 4-0. Partita chiusa e porte della retrocessione in Challenge League aperte e quasi spalancate. E se domenica scorsa si era chiuso in silenzio, stavolta il boemo ha parlato. “Abbiamo sbagliato queste due partite di fila. La sconfitta in casa è stata peggiore rispetto a questa. Oggi volevamo fare una partita difensiva, ma senza difesa non si può fare risultato” . E poi la stoccata alla squadra. “I giocatori non ascoltano e non ci mettono la testa”. Scorrono i titoli di coda. Il boemo ha le ore contate. Il Lugano resta penultimo con tre punti di vantaggio sul Vaduz.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy