Avellino Calcio – Calciomercato, presto o tardi… l’Avellino resta fermo

Avellino Calcio – Calciomercato, presto o tardi… l’Avellino resta fermo

Mancano 8 giorni al ritorno sul rettangolo di gioco, e il calciomercato dell’Avellino deve ancora entrare nel vivo.

Mancano 8 giorni al ritorno sul rettangolo di gioco, e il calciomercato dell’Avellino deve ancora entrare nel vivo. Per adesso solo tanti nomi, smentiti pochi minuti dopo da qualche intervista, gli ennesimi tira e molla fra le società, con un Avellino incapace di esser determinante sul mercato. Il colpo Cabezas dovrebbe arrivare a breve e si spera che sia l’inizio di una serie di giocatori in arrivo volti a puntellare la squadra irpina in affanno, con un Novellino in evidente difficoltà numerica e qualitativa della rosa. Mastalli è una chiara fiction da calciomercato, con la società stabiese che difficilmente farà partire il giocatore in prestito, in quanto fondamentale e sulla cui testa pende una clausola guadagno pari al 50% per il Milan; di certo la Juve Stabia non vuol svendere il giocatore ma vuol trarre il maggior importo possibile, del resto il presidente Manniello è stato chiaro sullo stato della trattativa con i biancoverdi.

L’unico acquisto è Reno Wilmots, un giocatore preso per migliorare la primavera ma che in caso di necessità potrebbe aiutare anche Novellino, ma non è di certo l’acquisto che ci permetterebbe di raggiungere l’obiettivo primario, la salvezza.

Il mercato in uscita non è dei migliori, per ora solo Suagher ha salutato la piazza irpina con Paghera e Moretti ai margini della rosa in attesa degli addii, messi in disparte durante gli allenamenti; si prova a lavorare per il trasferimento di Camarà, perlomeno in prestito, ma anche su questo fronte si hanno delle difficoltà nel trovare acquirenti. Ardemagni sembra il re indiscusso di questa sessione di mercato, accostato al Novara e alla Cremonese di Tesser, che già ha parlato di un idea avanzata quest’estate, sembra vivere con la valigia pronta sull’uscio di casa pronto a cambiar aria dopo le deludenti prestazioni di questo finale di girone d’andata.

Intanto la Serie B scalpita, le società danno il benvenuto ai nuovi acquisti e sembrano proiettate nel concludere gli affari principali in questa settimana pre campionato, Parma sovrana su tutte ma anche il Foggia diretta concorrente per la salvezza,  in modo tale da dover lavorare solo su alcuni tasselli e dedicarsi al lungo girone di ritorno.

Adesso sta all’Avellino svegliarsi, sta al presidente Taccone dimostrare la voglia di migliorare la squadra dopo le parole usate nelle conferenze stampa di Dicembre, sottolineando le scelte sbagliate di Novellino durante la scorsa parentesi di mercato e pavoneggiando un mercato invernale di “qualità” che però per ora lascia tutti a bocca asciutta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy