Avellino Calcio – C’è spazio per un colpo: Musa sogna Ledesma

Avellino Calcio – C’è spazio per un colpo: Musa sogna Ledesma

Un usato sicuro sarebbe sul taccuino del ds Carlo Musa

di Domenico Abbondandolo, @domenicoabb

La missione rimonta dell’Avellino, distante 7 punti dalla coppia di testa Lanusei-Trastevere, passa certamente dal tipo di campagna acquisti che la società biancoverde sarà capace di portare avanti nel corso della sessione di gennaio. L’esigenza di rinforzare l’organico, palesata a più riprese da mister Bucaro e dal diesse Musa, deve tuttavia fare i conti con le difficoltà della proprietà, che limitano senz’altro i margini di manovra del club.

Tuttavia, in questo senso qualcosa sta per sbloccarsi. Il patron De Cesare sembra infatti essersi convinto ad investire e a superare così la fase di stallo che da qualche giorno sta caratterizzando il mercato dei lupi. Questo ovviamente non significherà spese folli, ma il patron è pronto ad avallare un acquisto importante. Musa potrà così giocarsi un jolly. Vista la disponibilità, il margine d’errore nella scelta sarà bassissimo ma l’ex ds della Lupa Roma sembra avere già le idee chiare a riguardo. Il nome in cima alla lista dei desideri del giovane direttore laziale è quello di Cristian Ledesma, centrocampista in uscita dal Pro Piacenza e con un passato glorioso con la maglia della Lazio (259 presenze in biancoceleste tra il 2006 e il 2015). Il regista italo-argentino, accasatosi in Emilia nello scorso settembre, potrebbe presto svincolarsi in virtù della smobilitazione in atto in casa Pro Piacenza (il club sarà addirittura radiato d’ufficio se non dovesse scendere in campo contro l’Alessandria il prossimo 20 gennaio, ndr) e questo potrebbe facilitare non poco il compito di Musa.

Per convincere il classe 1982 a trasferirsi in Irpinia ci sarà da discutere solo sull’ingaggio: un ostacolo non indifferente – visto il modus operandi della società biancoverde – ma che potrebbe essere superato in virtù dell’ottimo rapporto personale che lega il diesse dei lupi al calciatore. Musa conosce infatti Ledesma sin dai tempi dell’Aranova, società con cui l’ex capitano della Lazio ha collaborato organizzando diversi tornei di calcio giovanile. Il rapporto tra i due è basato su stima reciproca e rispetto ed è su questo che Musa potrebbe far leva per convincere Ledesma a vestirsi di biancoverde.

La “tentazione” del diesse nasce d’altra parte dalla ferma convinzione che Ledesma possa essere l’uomo giusto per rilanciare il progetto dentro e fuori dal campo. L’acquisto di un calciatore con una storia così importante potrebbe infatti risollevare l’entusiasmo della piazza, delusa dai recenti avvenimenti, ma al tempo stesso darebbe una grossa mano a Bucaro. Il calciatore argentino è infatti integro fisicamente (14 presenze con la maglia del Pro Piacenza nella prima parte di stagione) ed è in possesso di caratteristiche tecniche – visione di gioco e tecnica sopraffina – di cui al momento la rosa biancoverde è sprovvista. Ledesma andrebbe a ricoprire il ruolo di regista nel centrocampo a 3 che ha in mente Bucaro, innalzando notevolmente il tasso di qualità e di personalità della squadra. Musa spera fortemente di riuscire nel suo intento e lavora sottotraccia per portare avanti la trattativa. Se l’affare non dovesse andare in porto, l’Avellino potrebbe decidere di investire le proprie risorse su un altro calciatore in uscita dal Pro Piacenza, l’attaccante Raffaele Nolè. Al di là del colpo “ad effetto”, il club biancoverde è pronto poi a lavorare in entrata anche sul fronte under: scontato l’arrivo in prestito di un portiere, si potrebbe fare qualcosa anche in altri reparti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy