Caso Molina, l’entourage del calciatore precisa sulle sue condizioni: “Nessuno può permettersi di giudicarmi inabile al calcio”

Caso Molina, l’entourage del calciatore precisa sulle sue condizioni: “Nessuno può permettersi di giudicarmi inabile al calcio”

Il presidente Taccone definì l’esperienza del calciatore ad Avellino praticamente chiusa a causa dei problemi fisici del cursore di fascia scuola Atalanta

Commenta per primo!

Il presidente Taccone in merito alle condizioni fisiche di Salvatore Molina aveva definito “il calciatore Molina inabile al calcio”. Il numero uno biancoverde aveva inoltre specificato che il rapporto tra il cursore di fascia e l’Avellino sarebbe finito nella prossima finiestra di mercato viste le condizioni del calciatore scuola Atalanta. Ora arriva la rettifica dell’agenzia Promoesport che cura e gestisce gli interessi di Salvatore Molina la quale ha trasmesso un comunicato a TuttoMercatoWeb:

a) Salvatore Molina è stato vittima di un problema muscolare (distonia muscolare), di cui l’Avellino era al corrente e per il quale il percorso riabilitativo è stato concertato con l’Atalanta;

b) Salvatore Molina completerà il percorso di recupero nel mese di gennaio.

Alla luce di questi fatti, l’agenzia Promoesport e il calciatore Salvatore Molina sono rimasti sconcertati e disgustati dalle dichiarazioni del presidente Taccone, che si è permesso di ledere l’immagine di un ragazzo che sta semplicemente recuperando da un infortunio. Con questo nessuno (e ribadiamo: NESSUNO) può permettersi di giudicare l’integrità fisica di Molina, fino al punto da definirlo “inabile al calcio”!!! Sono dichiarazioni sconcertanti, di cui si chiede un’immediata rettifica e le scuse al calciatore. In caso contrario, la nostra agenzia e lo stesso calciatore sono pronti ad adire le vie legali nei confronti di chi, senza alcun supporto medico, si è permesso di etichettare l’immagine e la carriera di un professionista esemplare come Salvatore Molina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy