Chi resta, chi viene, chi va. Il valzer delle panchine della prossima B

Chi resta, chi viene, chi va. Il valzer delle panchine della prossima B

Tra conferme, novità ed ipotesi, ecco lo scenario attuale sulle 20 formazioni già certe di partecipare al prossimo torneo cadetto

In attesa di definire il quadro definitivo della prossima Serie B, si è già scatenato il valzer delle panchine per la prossima stagione cadetta. Tra conferme, novità ed ipotesi, ecco lo scenario attuale sulle 20 formazioni già certe di partecipare al prossimo torneo cadetto.

Ascoli: salutato Aglietti, la società bianconera ha già scelto il suo successore. Sarà Enzo Maresca, alla prima esperienza in panchina, il nuovo allenatore della formazione marchigiana.

Avellino: si attende la prossima settimana per la conferma ufficiale di Walter Novellino. Il tecnico firmerà un contratto biennale con la società biancoverde.

Bari: tanti nomi, tanti sondaggi. Nessuna certezza sul successore di Colantuono. Tra le tante ipotesi occhio a quelle di Iachini e Corini.

Brescia: a volte ritornano. A distanza di un anno sulla panchina delle Rondinelle tornerà Roberto Boscaglia, reduce dalla buona stagione vissuta a Novara.

Cesena: il buon finale di stagione spiana le porte alla conferma di Andrea Camplone. In caso di rottura, mirino puntato su Luciano Foschi, reduce da un’ottima annata sulla panchina del Renate.

Cittadella: sarà ancora Roberto Venturato a sedere sulla panchina dei veneti. Alla ricerca di un nuovo miracolo.

Cremonese: nessun dubbio. Dopo la splendida cavalcata promozione, conferma per mister Tesser sulla panchina grigiorossa.

Empoli: nessuna speranza di conferma per Martusciello. In corsa Dal Canto (tecnico della Primavera toscana) e Drago (alla ricerca di rivincite dopo l’amaro esonero di Cesena).

Frosinone: le dimissioni di Marino aprono nuovi scenari su una delle panchine più ambite. Suggestione Grassadonia (ottime stagioni con la Paganese), ma alla fine potrebbe arrivare un tecnico d’esperienza.

Foggia: chiavi del futuro affidate a Giovanni Stroppa. Il tecnico della doppietta (campionato e Supercoppa) ha prolungato per due stagioni con opzione per un terzo anno.

Novara: spiazzati da Boscaglia, con il quale si parlava di rinnovo, i piemontesi dovranno mettersi alla ricerca di un nuovo allenatore.

Palermo: in attesa di definire in tutto e per tutto il nuovo asset societario poche certezze sul nome del nuovo condottiero rosanero.

Perugia: con Bucchi destinato al Sassuolo, bisognerà trovare il sostituto. Poche novità al riguardo, del resto la stagione è finita da meno di 48 ore.

Pescara: dopo l’amara retrocessione (peggior score dei primi 5 campionati europei), Zdenek Zeman cercherà l’immediata rivincita con i colori biancoazzurri. Sognando di ripetere la cavalcata di qualche stagione fa.

Pro Vercelli: l’ottima stagione di Longo ha stuzzicato vari interessi, ma l’ex Primavera del Torino dovrebbe proseguire la sua avventura con la squadra piemontese.

Salernitana: manca soltanto l’ufficialità per il rinnovo (fino al 2018) per mister Bollini. Sarà lui a tentare l’assalto ai playoff sfumati in questa stagione.

Spezia: possibile conferma per mister Mimmo Di Carlo ma molti rumors parlano di un forte interesse per Massimo Oddo. Continuità o rottura con il passato?

Ternana: dopo l’addio di Longarini va definita la questione societaria. Poi si parlerà di panchina, con Liverani pronto a proseguire la sua sfida sullo scanno rossoverde.

Venezia: a meno di clamorosi ribaltoni, al momento davvero difficili da ipotizzare, Pippo Inzaghi guiderà i lagunari anche nel torneo cadetto. Con il sogno del doppio salto di categoria nel cassetto.

Virtus Entella: dopo le 3 panchine maturate in questa stagione, ecco la promozione. Sarà Gianpaolo Castorina il tecnico della prossima stagione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy