Incognite e certezze, l’Avellino pronto alle sue ultime mosse di mercato e poi…

Incognite e certezze, l’Avellino pronto alle sue ultime mosse di mercato e poi…

Un calciomercato attivissimo quello dei biancoverdi che hanno messo a segno diversi colpi ma nello scacchiere immaginato da Toscano manca ancora qualcosa

Un mercato attivissimo quello dei biancoverdi che hanno messo a segno diversi colpi ufficializzati in questo inizio di luglio. Nello scacchiere immaginato da Toscano manca ancora qualcosa però con qualche piccola incertezza in quasi tutti i reparti.

L’ultimo avamposto difensivo è coperto ormai da Frattali e dall’arrivo imminente di Radunovic una vera promessa del calcio e pezzo pregiato del mercato dei portieri. Offredi con molta probabilità non farà da terzo portiere e se la sua partenza verso qualche formazione di Lega Pro dovesse avvenire si dovrà cercare il terzo tassello per completare il reparto.

In difesa i lupi si sono mossi con grandi anticipo e hanno cercato i migliori interpreti per una delle linee che cambierà natura tattica in questa stagione. Al momento due giocatori per ruolo per la linea dei tre con Biraschi-Donkor, Jidayi-Migliorini e Perrotta-Rea con quest’ultimo che al momento non conosce il suo futuro. Il difensore di Pomigliano D’Arco è sul piede di partenza consapevole di un’altra stagione da comprimario. Il suo sostituto non sarà con ogni probabilità Gonzalez del Verona, visto che l’Avellino punterà molto su Perrotta, e l’uruguaiano non verrà in irpinia per fare la panchina. Per rinforzare il reparto si potrà puntare con calma su un altro giovane che potrebbe rispondere al nome di Riccardo Marchizza, scuola Roma e pronto ad un’avventura in serie B. Per Petricciulo probabile un altro prestito.

Doppio giocatore anche per il centrocampo che sarà il reparto più folto in campo nel 3-4-3 di Toscano. Paghera-Omeonga, Gavazzi-Belloni, Asmah-Visconti e D’Angelo-Arini sono gli interpreti di questa linea. Qui le incognite si chiamano Visconti e D’Angelo. Per il primo la Cremonese aspetta solo un si, mentre per il secondo la permanenza dipende dalla volontà del giocatore.  Per il posto di centrale il sogno si chiama Manuel Locatelli ma sarà difficile arrivare al gioiello del Milan. Per l’esterno sinistro la situazione è più complessa e l’Avellino non può sbagliare anche perchè non si conosce l’adattamento di Asmah in irpinia e quale sarà il suo contributo alla causa. Spetta a Sbaffo scegliere al sua destinazione ma il giocatore ha un futuro lontano da Avellino, il Parma al momento tra le prime scelte.

In attacco ci sono tre certezze al momento e sono Mokulu, Castaldo e il giovane Camarà. Tavano sta valutando alcune offerte ma è certezza che la prossima stagione sarà lontano da Avellino. Per quanto riguarda Soumarè con molta probabilità Toscano vorrà testare da vicino le qualità del ragazzo dunque il suo futuro resta incerto anche legato alle possibili trattative che andranno in porto. Il reparto infatti appare incompleto sulle corsie laterali dove al momento sono quattro i nomi su cui la società sta lavorando: Bidaoui e Aramu, per i quali la società aspetta una risposta avendo formulato un’offerta concreta, ma ci sono anche in lista Stoian e Verde. Per questi due calciatori la strada è dura ma il sogno è portare uno dei due in maglia biancoverde.

Queste le strade seguite al momento dai vertici biancoverdi, poi l’Avellino si metterà alla finestra per attendere eventuali occasioni: il calciomercato è appena iniziato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy