Le pagelle del mercato di serie B: dalle delusioni alle regine di questa sessione

Le pagelle del mercato di serie B: dalle delusioni alle regine di questa sessione

<div class=”rcmBody”>
<p dir=”ltr”>Dopo un mese di trattative, voci e smentite si è chiuso ieri sera il calciomercato invernale. Ecco il superpagellone: dal voto più basso al voto più alto i giudizi sulle ventidue società del torneo cadetto.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Virtus Lanciano 4</strong>: il caos societario ha portato all’addio di molti big. I sostituti sono tutti giovani di belle speranze (Vitale e Bonazzoli su tutti) ma forse troppo inesperti per contribuire al difficile miracolo salvezza.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Como 5</strong>: interessante l’arrivo di Barella dal Cagliari. Per il resto, però, poco o nulla. Con cessioni pesanti sullo sfondo. Difficile così raggiungere la salvezza.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Ascoli 5,5</strong>: sono arrivati molti giovani interessanti (H’Maidat, Dimarco) ma occorreva fare qualcosa di più sostanzioso. Soprattutto al centro della difesa.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Trapani 5,5</strong>: occorreva potenziare l’attacco, messo in difficoltà dai problemi fisici di Torregrossa. Gli arrivi di Petkovic e De Cenco al momento però sono più scommesse che certezze.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Modena 5,5</strong>: pochi ritocchi per Crespo. Interessante l’arrivo del giovane Camara. In difesa però può risultare pesante la partenza di Cionek. Il solo Bertoncini potrebbe non bastare.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Pro Vercelli 5,5</strong>: gli arrivi di Budel e Mammarella aggiungono ulteriore esperienza alla rosa. Con Marchi in difficoltà si poteva fare qualcosa di più in attacco.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Ternana 6</strong>: è la società che ha mosso meno il mercato. L’unica operazione di rilievo è l’arrivo di Gennaro Troianiello che offre qualche soluzione offensiva in più a mister Breda.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Brescia 6</strong>: pochissimi movimenti, incentrati soprattutto sui giovani, senza andare a stravolgere l’intelaiatura che tanto bene ha fatto nel girone d’andata.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Cagliari 6</strong>: la corazzata della categoria non aveva praticamente bisogno di nulla. Doveva solo sostituire Dessena e l’ha fatto bene con l’arrivo di Cinelli dal Vicenza. L’arrivo di Rafael ha consentito a Cragno di andare a farsi le ossa a Lanciano.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Latina 6</strong>: occorreva un portiere ed è arrivato Ujkani: buona operazione. Se sta bene Mariga può dare una mano. Cerca il rilancio Boakye: se si avvicina a quello visto a Sassuolo, Somma può stare tranquillo. Anche se l’operazione, dal punto di vista economico, meriterebbe qualche riflessione.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Crotone 6,5</strong>: trattenuti tutti i big, bisognava potenziare la panchina. Ottimo lavoro svolto con gli arrivi di Garcia Tena, Fazzi e Di Roberto. Il sogno può continuare.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Virtus Entella 6,5</strong>: pochi ritocchi ma buoni. L’addio di Sforzini è stato colmato dall’arrivo di Di Carmine. Benedetti irrobustisce una difesa già forte. Importante anche l’aver trattenuto il giovane Keita.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Salernitana 6,5</strong>: dopo gli errori estivi, la squadra è stata rivoluzionata con un buon mix di gioventù ed esperienza. Da seguire il giovane Oikonomidis, uno di cui si dice davvero un gran bene.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Livorno 6,5</strong>: innesti mirati per la formazione di Panucci. Borghese e Antonini danno sostanza e qualità alla difesa. L’addio di Pasquato è pesante ma i giovani Baez e Valoti possono stupire.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Spezia 6,5</strong>: dopo sessioni rivolte all’estero è partito il processo di italianizzazione. Positivo il ritorno di De Col, centrocampo ok con Pulzetti e Sciaudone. E Piccolo darà una buona mano al tridente offensivo.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Perugia 6,5</strong>: buoni innesti per Bisoli. Molina darà corsa e sostanza al centrocampo. Se trova continuità Bianchi potrebbe tornare ad essere il cecchino che incantava con la maglia dell’Under 21.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Cesena 7</strong>: il colpaccio è la conferma di Sensi fino a giugno. Ottimo anche l’arrivo di Falco dal Bologna. Interessante l’arrivo del giovane terzino Falasco dalla Pistoiese.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Bari 7</strong>: acquisti di qualità per Camplone. Dezi e Lazzari piedi buoni in mezzo al campo. La corsa di Jakimovski e Cissokho utile a sostituire il partente Sabelli.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Avellino 7</strong>: con intelligenza e anticipo ha colmato le lacune della rosa. Soprattutto sugli esterni difensivi. Paghera un bel colpo, Migliorini un investimento per il futuro. Accontentato Trotta, ha deciso di dare fiducia agli attaccanti in rosa. Con l’aggiunta di Joao Silva che può essere una buona alternativa.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Novara 7,5</strong>: ha aggiunto ulteriore qualità ad un telaio già ben strutturato. Bolzoni e Mantovani sono un lusso per la categoria, Lanzafame e Nadarevic daranno ulteriore varietà agli schemi offensivi di Baroni.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Vicenza 7,5</strong>: è la squadra che ha movimentato di più il mercato. Centrocampo stravolto all’insegna della qualità con gli arrivi di Moretti, Bellomo e Signori. Benussi porta esperienza, Ebagua e Cisotti chili e qualità nel reparto offensivo.</p>
<p dir=”ltr”><strong>Pescara 7,5</strong>: le conferme di Lapadula e Caprari valgono doppio. Importanti i ritorni di Pasquato e Mazzotta. Coda è una garanzia nel reparto difensivo, Verde un ottimo innesto per quello offensivo.</p>

</div><br>

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy