Caro presidente glielo diciamo adesso: questa squadra, così com’è, è da Lega Pro

Caro presidente glielo diciamo adesso: questa squadra, così com’è, è da Lega Pro

Con tutta la buona volontà, dichiarare che questa rosa non abbia bisogno di integrazioni oltre che di sfoltimenti, significherebbe abusare della propria intelligenza pensando che gli altri ne abbiano davvero poca

Con tutta la buona volontà, dichiarare che questa rosa non abbia bisogno di integrazioni oltre che di sfoltimenti, significherebbe abusare della propria intelligenza pensando che gli altri ne abbiano davvero poca. A parte la necessità di più di un intervento sia nel centrocampo e sia nel reparto che guarda a sinistra (nonostante ci sia una incredibile ed assurda abbondanza di mancini), la gran parte di questi giocatori non sono idonei al modulo che vorrebbe adottare il mister. Troppi i giovani e gli esperti al termine della carriera, troppi i prestiti per pensare ad una programmazione (in virtù delle scadenze) e troppe le incognite relative a nomi che circolano. Se poi il tecnico spera in una partenza a razzo (nonostante la preparazione da sbarco in Normandia, sperando che non si faccia più scudo sugli acciacchi della passata stagione o altrimenti saremmo costretti a ricorrere al morbillo contratto in età infantile di qualcuno) la situazione la vediamo un po complicata: se non si faranno 24/25 punti a dicembre, lo spettro della Lega Pro potrebbe non essere più tale. Caro presidente, il tempo c’è per recuperare e a gennaio già sappiamo cosa dirà: per non stravolgere gli equilibri si faranno al massimo 2 – 3 interventi. Glielo stiamo dicendo ora: così questa squadra avrà difficoltà.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy