Calcio & Solidarietà – Sibilia, prima uscita da Presidente. A L’Aquila con Tavecchio

Calcio & Solidarietà – Sibilia, prima uscita da Presidente. A L’Aquila con Tavecchio

“Federcalcio e Lega Nazionale Dilettanti insieme per i terremotati”

“Federcalcio e Lega Nazionale Dilettanti insieme per i terremotati” è molto di più di uno slogan, piuttosto un impegno concreto per la ripresa dell’attività sportiva nelle aree del Centro Italia colpite dal sisma. Lo aveva dichiarato il neo presidente della LND Cosimo Sibilia subito dopo l’elezione di sabato scorso: “la mia prima uscita pubblica sarà tra i terremotati”. L’invito è stato subito raccolto dal presidente federale Carlo Tavecchio che, dopo aver visitato Visso e i paesi limitrofi prima di Natale, non ha voluto far mancare la sua vicinanza anche alle zone dell’aquilano e del reatino. Quale migliore occasione dunque del derby di alta classifica del girone G della Serie D L’Aquila-Rieti per annunciare che FIGC e LND cammineranno fianco a fianco per l’attivazione di un progetto da sviluppare insieme al Commissario per la ricostruzione Errani e al Ministro dello Sport Lotti. L’obiettivo è quello di riportare alla normalità l’attività delle piccole società, delle scuole calcio e delle decine di squadre costrette a fermarsi a causa degli eventi sismici. La contribuzione del mondo del calcio (500 mila euro della FIGC e 240 della LND), cui si aggiungerà quasi sicuramente anche la solidarietà concreta di UEFA e FIFA, è finalizzata a contrastare l’emergenza e consentire, tra le altre cose, l’acquisto di attrezzature sportive e di minibus per il trasporto dei bambini nel primo impianto disponibile. Prima di assistere alla gara sulle tribune dello Stadio ‘Gran Sasso d’Italia-Italo Acconcia’, Tavecchio e Sibilia, accompagnati dal presidente del Comitato Regionale Abruzzo Daniele Ortolano, hanno portato il loro saluto negli spogliatoi alle squadre e alla terna arbitrale, poi hanno donato ai rispettivi capitani due maglie azzurre in segno di condivisione e di partecipazione nazionale. “Dopo la scuola, nel nostro Paese il calcio rappresenta il più importante strumento di socialità – ha affermato Tavecchio, annunciando di voler portare a giocare nei prossimi mesi una Nazionale giovanile nel capoluogo abruzzese – ed è proprio con questo senso di responsabilità che il nostro mondo vuole contribuire, seppur tra mille difficoltà, al ritorno alla normalità per le popolazioni terremotate”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy