Avellino calcio – Bucaro, con te non è cambiato proprio niente

Avellino calcio – Bucaro, con te non è cambiato proprio niente

Difensivista ad oltranza. Da quando è andato via da Avellino la prima volta, non è cambiato di un centimetro. Mentalità perdente e la squadra non cresce e non gioca

di Massimiliano Santosuosso, @MaxSantosuosso

Gioco zero. Se arriva l’occasione giusta, frutto di un’azione o invenzione personale, la vinci. Ma se devi costruire, nulla. L’Avellino paga anche la mentalità di un allenatore che non riesce a trasmettere gioco. Che nella gara della svolta sbaglia tutto. Sbaglia uomini, sbaglia tattica, sbaglia tutto. Da quando è andato via la prima volta, Bucaro non è cresciuto di una virgola. Mentalità troppo chiusa, difensivista ad oltranza anche in Serie D. Quando vai a Sassari a giocarti la partita della vita e in 90′ non riesci a giocarti un bel nulla. Bucaro ha le sue responsabilità specifiche. Di quelle della dirigenza già sappiamo e ne abbiamo ampiamente parlato. Ma dell’allenatore è arrivato il momento di puntualizzare. Non è in grado di garantire la svolta. Nè lo sarà in futuro. Con lui non c’è progettualità. Ha sbagliato anche oggi Bucaro. Nella formazione iniziale, nella gestione della partita, nella gestione del finale. Purtroppo è così. L’Avellino è irritante. Non gioca, e in trasferta è in perenne difficoltà. Gli alibi degli arbitraggi appartengono ai perdenti. Questo Avellino, purtroppo, non emoziona. Non fa innamorare più. Anzi, quest’anno con tutto quello che è successo anche a livello di scelte societarie discutibili, ha allontanato ancora di più la gente da uno stadio sempre più deserto. E’ serie D, lo sappiamo tutto. Ma i rinforzi Bucaro li ha chiesti ed avuti. Quindi, ce lo spieghi una volta per tutte quale è il suo gioco e la sua idea di calcio perchè qui, purtroppo, non lo abbiamo ancora capito. I dubbi sorti sul suo ingaggio dopo l’esonero di Graziani, ora si materializzano. Vinci a Lanusei di riffa e di raffa, cerchi la continuità e a Sassari, dove puoi dare davvero un’accelerata e un senso alla tua stagione, lascia la squadra nello spogliatoio. Non ci sono attenuanti. Nè di infortuni, nè di assenze. L’Avellino oggi l’ha persa negli spogliatoi. E nella preparazione del match in settimana. Non basta essere più forti sulla carta. Devi dimostrarlo sul campo. E anche oggi l’Avellino non lo ha fatto. Colpa anche di Bucaro. Ancora una volta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy