Avellino Calcio – Vicenda maglie – Taccone urla ancora: “Così mi diffamate”. E la Givova sta per prendere posizioni forti

Avellino Calcio – Vicenda maglie – Taccone urla ancora: “Così mi diffamate”. E la Givova sta per prendere posizioni forti

L’ex presidente dell’Avellino scrive, la Givova vuole vederci chiaro ed è pronta ad andare fino in fondo. Taccone attacca SportAvellino.it e arriva la nostra precisazione

di Michelangelo Freda, @m_freda21

E’ arrivato l’ennesimo comunicato a firma di Walter Taccone. L’ex presidente dell’Avellino interviene sulla vicenda delle magliette in vendita dell’Avellino 2018/2019 non iscritto al campionato. E il patron non esita a scagliarsi ancora contro la nostra testata, rea a suo dire, di “aver attaccato in misura infondata e del tutto gratuita la figura del presidente”. Che non essendo nuovo ad attacchi a SportAvellino con comunicati dedicati solo ed esclusivamente a puntualizzare e smentire le nostre informazioni, dedica tante righe che per dovere di informazione e di diritto alla replica (anche se noi a differenza del Dott.Taccone non abbiamo adombrato nessun dubbio…), riportiamo integralmente.

“In riferimento a quanto pubblicato nella giornata di mercoledì 27.2.2019 sul sito SportAvellino.it, a firma del sig. Michelangelo Freda, sotto il titolo: “Avellino Calcio – Lo strano caso della maglie (sic!) in vendita di un campionato mai disputato”, mi vedo costretto ad intervenire per fare alcune precisazioni e rivendicare la mia estraneità, e quella dell’U.S. Avellino 1912 s.r.l., rispetto alla (vera o presunta) messa in commercio, in Belgio, delle maglie ufficiali dell’U.S. Avellino per la stagione 2018/19.

La pubblicazione fa un chiaro riferimento al sottoscritto quando evidenzia che il venditore ha sede in Belgio, essendo notori i miei legami con tale nazione. Si tratta di un riferimento, subdolo ma chiaro, ulteriormente confermato dall’espressione “…nulla da insinuare ma…..” e dal richiamo ai social che – come spesso è capitato – hanno collegato la notizia della disponibilità della maglia dell’Avellino in un negozio belga al sottoscritto, traendone conclusioni ingiuriose e diffamatorie (una per tutte: IN BELGIO VENDONO LE NOSTRE MAGLIETTE DELLA SERIE B MAI DISPUTATA ….. CONTINUA A LUCRARE SULL’AVELLINO.. cit. G. P. post FB del 26.2.2019 h. 19:10).

Si tratta dell’ennesimo attacco personale, del tutto gratuito e del tutto infondato perché il rapporto tra la U.S. AVELLINO e lo sponsor tecnico fornitore delle divise si è sciolto a seguito dei noti fatti di quest’estate, prima ancora che le divise ufficiali ci venissero consegnate.

La società da me rappresentata ha, infatti, ricevuto dallo sponsor tecnico esclusivamente i tre prototipi delle divise ufficiali, utilizzati per la presentazione al pubblico il 12 luglio scorso. Null’altro!

Anche l’esplicito riferimento, da parte di SportAvellino, alla divisa utilizzata nell’amichevole disputata a Frosinone contro la Roma è errato perché in quel caso, non essendo ancora disponibili le divise ufficiali, venne utilizzata una divisa predisposta per l’occasione che nulla ha a che vedere con nessuna di quelle ufficiali realizzate per la stagione 2018-19.

Smentisco, perciò, qualsiasi coinvolgimento, mio e della U.S. Avellino, con la messa in commercio delle divise ufficiali presso il negozio citato dai social e dal sito SportAvellino e, non essendo disposto a tollerare oltre la continua e perdurante diffusione, sui social e su alcuni siti, di false notizie e di dichiarazioni ingiuriose e diffamatorie sul mio conto, mi vedo costretto ad agire, in ogni sede, a tutela dei miei diritti e di quelli della U.S. Avellino 1912 s.r.l..”

Walter Taccone

Questo il nostro pezzo pubblicato oggetto di attenzione da parte del Professore Walter Taccone

Avellino Calcio – Lo strano caso della maglie in vendita di un campionato mai disputato

La precisazione di SportAvellino.it

Al Professore Taccone non abbiamo assolutamente addossato nessuna responsabilità. Nel nostro dovere di informazione ci siamo chiesti come era possibile che fossero vendute maglie di una squadra poi mai iscritta al campionato ed esclusa da qualsiasi campionato. Al Dott. Taccone ribadiamo di aver contattato ufficialmente anche la Givova Italia che si riserverà a breve di emettere un comunicato ufficiale per dichiararsi anche essa estranea alla vicenda. Nel nostro umile ed interessato intento di giornalismo di inchiesta, abbiamo fatto un favore sia al Dott. Taccone che alla Givova, che adesso e giustamente, vorrà andare in fondo alla questione. Abbiamo appurato, contattando lo Store, che quelle divise 2018/2019 non sono mai state in vendita. Ed appurato anche questo, delle due l’una: o quelli sono dei falsi autentici e le autorità preposte, con l’iniziativa della Givova, dovranno andare fino in fondo con la denuncia a chi ha contraffatto un marchio autorevole internazionale, oppure se quelle sono divise ufficiali, da qualche parte dovranno pur essere uscite.

Pertanto, pubblichiamo il comunicato del Dott. Taccone e lo ringraziamo di nuovo per l’attenzione prestata al nostro portale di cui continua ad essere un assiduo lettore. E vi terremo informati sugli sviluppi della vicenda perchè la Givova starà per emettere un comunicato ufficiale.

 

Questo articolo è a firma di Michelangelo Freda  e Massimiliano Santosuosso

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy