Avellino Ci sei. I lupi battono il Lanusei nello spareggio e tornano in Lega Pro

Avellino Ci sei. I lupi battono il Lanusei nello spareggio e tornano in Lega Pro

La cronaca della vittoria dell’Avellino sul Lanusei che torna in Serie C

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Un gol per parte. I protagonisti gli stessi di Latina: De Vena e Tribuzzi. L’Avellino batte meritatamente il Lanusei 2-0 e torna, dopo un anno di inferno, in Serie C. 

Un anno difficile, l’amarezza per la non iscrizione in B, le lacrime di delusione e amarezza, trasformate dopo pochi mesi in lacrime di gioia. L’Avellino, dopo una rimonta pazzesca, stacca il Lanusei definitivamente e torna in Lega Pro. Un cammino pazzesco dei lupi di Bucaro nel girone di ritorno, che meritatamente lasciano questa categoria infernale.

LA CRONACA

Tutto in 90 minuti. Avellino e Lanusei si giocano la promozione in Serie C nello spareggio in gara secca allo Stadio Manlio Scopigno Centro d’Italia di Rieti. Circa 5000 i tifosi nell’impianto laziale, quasi tutti avellinesi a spingere gli uomini di Bucaro verso la promozione in Serie C.

L‘Avellino arriva certamente meglio all’appuntamento dello spareggio: vento in poppa per i lupi, che solo un mese e mezzo fa erano a -7 dai sardi, dopo essere stati per mesi anche a -10. Una rimonta pazzesca di Morero e compagni, reduci da 10 successi consecutivi, con record di vittorie consecutive e tanta consapevolezza di voler regalare una grande gioia ai tifosi avellinesi.

Il Lanusei arriva probabilmente peggio dell’Avellino, anche mentalmente. I sardi, che per tutto il campionato avevano accarezzato il sogno della Serie C diretta, sembrano in calo nell’ultimo periodo, ma duri a morire. Già nelle ultime due partite, due gol nel recupero hanno salvato gli ogliastrini. Prima con il Budoni, un pareggio in extremis, che ha salvato una sconfitta che avrebbe regalato addirittura il +1 ai lupi. Per non parlare del match con la Lupa Roma, con l’ennesimo gol al 94′, con tante proteste dei locali, a regalare lo “spareggio”.

LA PARTITA

Inizio forte dell’Avellino. Subito aggressivi i ragazzi di Bucaro che chiudono subito il Lanusei nella loro tre quarti. Pericoloso anche il Lanusei con Bernardotto che sbaglia il controllo davanti a Viscovo. Dopo un inizio aggressivo, fase di equilibrio con la gara che si gioca a centrocampo. Al 13′ fallo su Parisi, punizione dal limite per l’Avellino con la palla che finisce alta di poco. Al 16′ risposta sarda con Ladu che tira da fuori ma la palla finisce larga. Gara che si incattivisce intorno al 20′. Prima un testa a testa Dionisi – Bernardotto, poi una gomitata di Esposito su Alfageme, che viene ammonito. Al 25′ ottima palla di Betti per Alfageme che non controlla. L’Avellino torna a fare la partita, il Lanusei attende e prova a ripartire in contropiede. Gara sempre equilibrata però, con buon ritmo da entrambe le parti.

Al 37′ Avellino in vantaggio. Grande azione sulla sinistra di Parisi, uno contro uno con Kovadio. Palla in mezzo per De Vena che di testa porta i lupi in vantaggio. 1-0 dunque per l’Avellino. Assegnato un minuto di recupero. Zona Lanusei ed infatti, su una azione dubbia con fallo eventuale su Parisi, cross di Kovadio, in mezzo Bernardotto da un metro batte a colpo sicuro ma Viscovo compie un intervento magistrale e salva il risultato. Si va all’intervallo con l’Avellino in vantaggio 1-0 sul Lanusei.

Si riparte con il botto. Al 48′ azione strepitosa di Da Dalt, palla in mezzo per De Vena. Velo del bomber per Tribuzzi che arriva da solo e batte La Gorga. I lupi volano sul 2-0. 

Risposta del Lanusei al 50′ con Bernardotto pericolosissimo. Ottimo intervento di Viscovo. Dopo il raddoppio, l’Avellino gestisce bene la partita nei minuti successivi, con il Lanusei che accusa il colpo e sembra un pugile vicino al ko. Gardini prova a sbilanciare la squadra alla ricerca del gol. Al 70′ ci prova il Lanusei ma sono azioni sterili. I lupi controllano bene. Al 76′ esce un ottimo Bernardotto, sfinito, per i sardi. L’Avellino controlla con ordine gli sterili attacchi ogliastrini. All’83’ esce colui che ha sbloccato il match, De Vena, ed entra Sforzini. Proprio Sforzini al 90′, sfiora il tris, ma la palla esce di un soffio al lato di La Gorga. L’arbitro assegna 5 minuti di recupero. Zona Lanusei in questo campionato e gli ogliastrini proprio nel recupero sfiorano la rete con Sicari, con un gran destro da fuori che centra la traversa. Ma finisce così. L’Avellino batte 2-0 il Lanusei e torna meritatamente in Serie C.

IL TABELLINO

AVELLINO – LANUSEI  2-0 

Marcatori: 37′ De Vena (A), 48′ Tribuzzi (A)

Lanusei: La Gorga; Carta, Esposito, Congiu (55′ Girasole), Kovadio (80′ Sicari); Likaxhiu (61′ Mastromarino), Ladu, Demontis, Floris; Bernardotto (75′ Bonu), Tenkorang (55′ Quatrana). All. Aldo Gardini. 

Avellino: Viscovo; Parisi, Morero, Dionisi, Betti; Da Dalt (90′ Ciotola), Matute, Di Paolantonio,Tribuzzi; De Vena (83′ Sforzini),  Alfageme (61′ Gerbaudo). All. Giovanni Bucaro. 

A disposizione: Lagomarsini; Ciotola, Mentana, Carbonelli, Omohonria, Buono, Dondoni, Sforzini

Ammoniti: 20′ Esposito (L), 35′ Dionisi (A), 49′ Lagomarsini (dalla panchina), 63′ Matute (A), 76′ Morero (A)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy