Avellino – E’ il giorno di Marcolini: buona fortuna mister

Avellino – E’ il giorno di Marcolini: buona fortuna mister

Salterà con ogni probabilità l’incontro con Foscarini previsto per oggi: Marcolini ha già incontrato la società sabato mattina. Accordo totale su tutto: per lui sarà l’esordio in assoluto su una panchina di Serie B

di Redazione Sport Avellino

Una vita sui campi di calcio. Una bandiera del Chievo Verona (oltre 145 partite tra A e B). Le scarpe appese al chiodo nel 2013, dopo aver deciso di scendere di categoria. Poi la nuova vita. A fare l’allenatore. Ripartendo proprio dal Lumezzane. Tanta serie C a guidare poi il Real Vicenza (esonerato e richiamato), il Pavia (esonerato dopo 6 gare), il Santarcangelo e infine l’Alessandria. Michele Marcolini, ora ha la sua vera chance da allenatore. Esordire in serie B. Al Sud, dove nella sua lunga carriera di calciatore, ci ha giocato solo in due occasioni. Con il Sora, agli esordi, e a Bari. Ora Avellino. E’ stato sempre in cima alla lista dei desideri di Walter Taccone. Un allenatore emergente, che gioca un calcio discreto. Uno che ha voglia di mettersi in discussione. L’accordo con l’Avellino è stato raggiunto in pochi secondi. Un anno di contratto più l’opzione del secondo in caso di salvezza. Si punta ad un torneo, l’ennesimo, per valorizzare giovani provenienti dai settori giovanili di tutta Italia e qualche elemento di esperienza. Non ha battuto nessuna concorrenza. L’Avellino per il dopo Foscarini ha puntato su di lui subito e ha immediatamente strappato il via libera e il consenso. Oggi comincia l’era Marcolini. Un emergente dopo Novellino e Foscarini. Scelta giusta? Lo dirà il campo

 

La carriera da allenatore

L’8 giugno 2013 diventa l’allenatore del Lumezzane, squadra militante in Prima Divisione, firmando un contratto biennale. Conclude la sua prima stagione da allenatore piazzandosi al quattordicesimo posto in campionato. Il 12 giugno 2014 il Real Vicenza, neopromosso in Lega Pro, ufficializza il suo arrivo in panchina. Il 26 gennaio seguente viene esonerato per poi essere richiamato sulla panchina dei biancorossini il 28 febbraio[13], terminando la stagione al settimo posto.

Il 7 giugno 2015 diventa il nuovo allenatore del Pavia. Il 13 dicembre 2015, dopo un periodo negativo con 4 punti in sei partite, è esonerato.

Il 24 giugno 2016 viene nominato nuovo tecnico del Santarcangelo; anche in questa occasione è seguito dal vice Davide Mandelli.

Il 2 agosto 2017 viene ammesso al corso per l’abilitazione a “Allenatore Professionista di 1ª categoria – UEFA PRO” che si svolge a Coverciano da settembre.

Il 21 novembre diventa il nuovo mister dell’Alessandria che si trova in zona playout, sostituendo Cristian Stellini. Il 25 aprile 2018 vince la Coppa Italia Serie C dopo aver battuto per 3-1 la Viterbese Castrense. Al termine della stagione lascia la squadra piemontese.

Fonte Wikipedia

 

 

Statistiche da allenatore

Statistiche aggiornate al 23 Maggio 2018. In grassetto le competizioni vinte.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie Piazz.
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
2013-2014 Italia Vicenza 1D 30 7 8 15 CI+CI-LP 2+1 1+0 1+0 0+1 33 8 9 16 24,24 14º
2014-2015 Italia Real Vicenza LP 33 10 15 8 CI-LP 2 1 1 0 35 11 16 8 31,43
ago.-dic. 2015 Italia Pavia LP 15 6 5 4 CICI-LP 4+2 3+1 0+0 1+1 21 10 5 6 47,62 Eson.
2016-2017 Italia Santarcangelo LP 38 13 13 12 CI-LP 2 0 2 0 40 13 15 12 32,50 11º
nov. 2017-2018 Italia Alessandria C 22+2 12+1 8 2+1 CI+CI-C 0+7 0+4 0+3 0+0 31 17 11 3 54,84 Suben, 4°
Totale carriera 140 49 49 42 20 10 7 3 160 59 56 45 36,88

Palmarès

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy