#AvellinoVerona: le pagelle del Bentegodi

#AvellinoVerona: le pagelle del Bentegodi

Il risultato, forse troppo pesante, di 3 a 1 in favore dell’Hellas, sottolinea un Avellino che ha bisogno di rivedere la fase difensiva

L’Avellino perde la sfida di Coppa col Verona, nonostante una prestazione di carattere e condita da buone trame di gioco. Il risultato, forse troppo pesante, di 3 a 1 in favore dell’Hellas, sottolinea un Avellino che ha bisogno di rivedere la fase difensiva.

Le pagelle del match

RADU 5,5: Sempre sicuro sulle palle semplici, ma il gol del vantaggio di Verde arriva sul suo palo, dove il giovane portiere non è impeccabile. SBAVATURA

RIZZATO 6,5: L’unico della linea difensiva a brillare. Un motorino che fa tutto bene e velocemente. Non è facile inseguire Romulo e Cerci e il calo fisico nel finale lo sottolinea, ma per il resto è AFFIDABILE

MIGLIORINI 6: Non pecca particolarmente, ma alcune volte risulta incerto nehli interventi. Complessivamente comunque riesce ad arginare il possibile. ROCCIOSO

SUAGHER 5,5: Nel primo tempo salva sulle fucilate dei calciatori avversari, che si becca puntualmente sul corpo. Sulle reti però non riesce ad arginare Verde. STATICO

LAVERONE 5,5: Bravo in fase di spinta, dialoga bene con Molina, ma in fase di copertura Verde gli fa avere le allucinazioni e i pericoli arrivano tutti da lì. BIPOLARE

DI TACCHIO 6: Fa il suo dovere, manovrando con pazienza e cercando sempre e solo il compagno libero. Ci prova spesso da fuori, ma senza mai fortuna. ORDINATO

MORETTI 5: Sbaglia tanto, troppo, in fase di possesso. Perde malamente la palla dell’uno a zero e risulta ancora lento e macchinoso. Lontano dalla sua miglior forma, ma siamo convinti si rifarà. DA RIVEDERE

MOLINA 6,5: Corre, insiste e scambia bene coi compagni. Nel finale del primo tempo quasi la riapre con un bel tiro a incrociare. Cala fisicamente nella ripresa e viene sostituito, ma è più che giusto per un ragazzo che non giocava a questi ritmi da un anno. SACRIFICIO

BIDAOUI 6,5: Fa venire il mal di testa a Romulo, agli avversari, ai compagni e ai tifosi. Impeccabile nel dribbling, meno nel finalizzare. Dopo pochi minuti ha la palla del vantaggio, ma spara addosso al portiere. IMPREVEDIBILE

D’ANGELO 6: Lo penalizza l’ammonizione dopo pochi minuti, ma non commette particolari sbavature. Ha difficoltà di manovra in fase offensiva, a causa anche di un terreni di gioco sconnesso. AMMINISTRA

CASTALDO 6,5: Lotta per quanto possibile. È marcato a uomo da Caceres, che non è l’ultimo degli arrivati. Anticipato in due buone occasioni si prende la rivincita andando a strappare un pallone che poi deposita in rete. SEMPRE VERDE

(Dal 1′ st) ARDEMAGNI 6,5: Entra e l’Avellino quasi la riacciuffa in 5′. Ha la personalità giusta e la squadra accoglie il sui ingresso in campo come spunto di reaziione. Ci prova in acrobazia e da fuori, senza fortuna. UOMO SQUADRA

(Dal 23′ st) ASENCIO 5,5: Prima galoppa verso la porta dimenticando di servire Ardemagni, poi non approfitta dello svarione del portiere avversario. Può fare di più. FREDDO

(Dal 32′ st) FALASCO 5: Entra, si fa ammonire e perde il diretto marcatore sul terzo gol. Non certo brillante, ma avrà tempo di rifarsi. CRACK

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy